Centri per i disturbi cognitivi. Tammacco: “Avevamo chiesto la proroga per gli operatori sanitari e l’abbiamo ottenuta”

[epvc_views]

Dichiarazione del capogruppo Per la Puglia Saverio Tammacco:

«Esprimo grande soddisfazione e ringrazio il presidente Emiliano per aver dato seguito alla richiesta fatta da me e dai colleghi del gruppo Per la Puglia insieme ai consiglieri di Azione di autorizzare le Asl a prorogare i contratti con gli operatori sanitari dei Centri per i disturbi Cognitivi e le demenze nell’attesa che arrivino i fondi del triennio 2024-2026 come previsto dalla legge di bilancio del 2023. La stessa proroga era stata autorizzata a marzo scorso dall’ex assessore alla sanità Rocco Palese e dal direttore del dipartimento Vito Montanaro.
Il contratto di questi lavoratori sarebbe scaduto il 30 giugno e se non fosse intervenuta la proroga circa 70 mila persone affette da demenza si sarebbero ritrovate senza alcun tipo di assistenza. Un disagio per loro e per le loro famiglie. Non concedere la proroga del contratto sarebbe significato abbandonarli al loro stato di fragilità. Ma fortunatamente la sensibilità del presidente ha evitato che questo accadesse e lo ringraziamo per aver accolto la nostra richiesta in modo così tempestivo e per aver scongiurato l’interruzione di un servizio essenziale. È questa la politica per la quale ci battiamo tutti i giorni, la politica che difende il benessere, la salute dei cittadini e sostiene i familiari dei pazienti più fragili».

News dal Network

Promo