Barletta: Mare non a misura per persone con disabilità

[epvc_views]

Barletta, una città affacciata sul mare Adriatico, è nota per le sue spiagge e il suo patrimonio storico. Tuttavia, per le persone con disabilità, godere delle bellezze del mare può essere una sfida significativa. Nonostante gli sforzi e le iniziative intraprese negli anni, l’accessibilità delle spiagge di Barletta per le persone con disabilità rimane un problema irrisolto.

Recenti segnalazioni da parte di cittadini con difficoltà motorie hanno evidenziato come l’accesso alle spiagge libere di Barletta sia diventato sempre più difficoltoso. Le passerelle, che dovrebbero facilitare il passaggio delle carrozzine, sono spesso in cattive condizioni, ricoperte di sabbia e non adeguatamente mantenute1. Inoltre, le aree riservate alle persone con disabilità, complete di cabine spogliatoio e bagni chimici, non sono state riconfermate per la stagione estiva di quest’anno.

Negli anni passati, sono stati avviati progetti per migliorare l’accessibilità delle spiagge. Ad esempio, nel 2020, sono state installate passerelle sulla Litoranea di Levante e di Ponente per facilitare l’accesso al mare2. Tuttavia, la manutenzione di queste strutture è essenziale per garantirne l’efficacia nel tempo. Le sedie “Job”, donate dall’Associazione Barletta in Rosa, che permettono alle persone con disabilità di entrare in acqua, non sono più disponibili quest’anno, limitando ulteriormente le possibilità di balneazione per chi ha difficoltà motorie.

Secondo la normativa vigente, le spiagge dovrebbero essere dotate di passerelle accessibili, parcheggi riservati, spogliatoi, servizi igienici e docce adeguati3. Tuttavia, la realtà spesso non rispecchia queste disposizioni, lasciando molte persone con disabilità senza la possibilità di godere appieno delle spiagge.

Le testimonianze dei cittadini evidenziano un bisogno urgente di interventi concreti. Paolo Doronzo e Angelo Damato, due ragazzi diversamente abili, hanno sottolineato l’importanza di avere strutture adeguate per poter vivere il mare senza ostacoli. La loro voce, insieme a quella di molti altri, chiede un impegno maggiore da parte delle autorità locali per garantire un accesso inclusivo e sicuro alle spiagge.

Barletta ha ancora molta strada da fare per diventare una città veramente inclusiva per le persone con disabilità. È fondamentale che le autorità locali e le associazioni collaborino per migliorare l’accessibilità delle spiagge, garantendo che tutti possano godere delle bellezze del mare senza barriere. Solo attraverso un impegno costante e una manutenzione adeguata delle strutture esistenti si potrà raggiungere questo obiettivo.

News dal Network

Promo