Asl Bat: controllo costante per l’accesso alle liste d’attesa per effettuare visite mediche

[epvc_views]

Le liste d’attesa per visite mediche rappresentano una sfida per molti pazienti, con tempi di attesa spesso troppo lunghi. Tuttavia, esiste una norma poco nota che può aiutare i cittadini a ottenere una prestazione in tempi più brevi e, in alcuni casi, a farla pagare direttamente all’Asl.

Questa norma risale a oltre 20 anni fa, precisamente al Dlgs 124 del 1998. In sintesi, stabilisce che se i tempi di attesa per una prestazione sanitaria superano i termini previsti (in base all’urgenza, sono previsti codici e giorni massimi di attesa), il paziente può richiedere che la prestazione venga eseguita in intramoenia (cioè in libera professione all’interno dell’ospedale). In pratica, il paziente può ottenere la visita o l’esame pagando solo il ticket, se non è esente.

Se l’assistito è esente dal pagamento del ticket, l’Asl deve coprire l’intero costo della prestazione. Tuttavia, attivare questa procedura non è automatico e richiede alcune azioni specifiche da parte del paziente.

Ecco alcuni consigli pratici per ottenere la prestazione pagata dall’Asl:

Codice di priorità: Quando il medico prescrive una visita o un esame, deve assegnare un codice di priorità:

“U” per urgente (appuntamento entro 48-72 ore)

“B” per breve (entro 10-15 giorni)

“D” per differibile (entro 30-60 giorni)

“P” per programmabile (entro 120-180 giorni)

Richiesta specifica: Se il medico non assegna il codice, insisti affinché lo faccia. Solo con il codice corretto puoi richiedere l’intramoenia.

Associazioni di pazienti: Esistono associazioni di pazienti pronte ad assisterti, mettendo a disposizione moduli ad hoc per avviare la procedura.

In conclusione, conoscere i propri diritti e agire in modo informato può aiutare a ridurre i tempi di attesa e garantire un accesso più rapido alle prestazioni sanitarie.

La gestione delle liste d’attesa per le visite mediche rappresenta una delle principali sfide per le Aziende Sanitarie Locali (ASL) italiane. Tra queste, l’ASL BT (Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Barletta-Andria-Trani) si distingue per l’adozione di un sistema di controllo costante volto a garantire un accesso equo e tempestivo ai servizi sanitari.

L’ASL BT ha implementato un sistema di monitoraggio continuo delle liste d’attesa, utilizzando strumenti digitali avanzati per tracciare e analizzare in tempo reale le richieste di appuntamento. Questo sistema permette di identificare immediatamente eventuali criticità, come ritardi eccessivi o sovraccarichi in specifici settori, consentendo interventi correttivi tempestivi.

Uno degli obiettivi principali del controllo delle liste d’attesa è garantire trasparenza e comunicazione efficace con i pazienti. L’ASL BT ha sviluppato un portale online dove i cittadini possono consultare i tempi di attesa stimati per le varie prestazioni mediche, verificare lo stato della propria prenotazione e, se necessario, riprogrammare gli appuntamenti. Questo approccio non solo aumenta la fiducia dei pazienti nel sistema sanitario, ma riduce anche il numero di chiamate e visite agli sportelli per informazioni.

Un altro aspetto cruciale della gestione delle liste d’attesa riguarda la prioritizzazione dei casi in base alla gravità. L’ASL BT ha stabilito protocolli chiari per classificare le richieste di visita medica, assicurando che i casi più urgenti ricevano un trattamento prioritario. Questo sistema di triage è supportato da un team di medici esperti che valutano le richieste e assegnano le priorità in modo accurato e tempestivo.

L’ASL BT ha avviato diverse iniziative per ridurre i tempi di attesa, tra cui l’aumento delle risorse disponibili (medici, infermieri e attrezzature) nei reparti più congestionati, l’estensione degli orari di apertura degli ambulatori e la collaborazione con strutture private accreditate per alleggerire la pressione sui servizi pubblici. Inoltre, sono stati introdotti programmi di telemedicina per alcune visite di follow-up, riducendo così la necessità di visite in presenza e ottimizzando l’uso delle risorse.

L’ASL BT valorizza il feedback dei pazienti come strumento fondamentale per il miglioramento continuo del servizio. Attraverso sondaggi e questionari di soddisfazione, l’ASL raccoglie dati preziosi sulle esperienze dei pazienti, utilizzandoli per identificare aree di miglioramento e implementare cambiamenti mirati. Questo approccio partecipativo assicura che le politiche adottate rispondano effettivamente alle esigenze della comunità.

Il controllo costante delle liste d’attesa per le visite mediche è essenziale per garantire un sistema sanitario efficiente e reattivo. L’ASL BT, con le sue iniziative innovative e il suo impegno per la trasparenza e l’equità, rappresenta un modello virtuoso nella gestione delle risorse sanitarie. Grazie a un monitoraggio continuo, alla prioritizzazione dei casi urgenti e al coinvolgimento attivo dei pazienti, l’ASL BT sta migliorando significativamente l’accesso e la qualità dei servizi sanitari offerti ai cittadini.

News dal Network

Promo