Andria, ai nastri di partenza: “Brain and Breakfast”, progetto d’inclusione lavorativa per pazienti con disturbi psichiatrici

[epvc_views]

Il progetto “Brain and Breakfast” rappresenta un’importante iniziativa per la riabilitazione lavorativa e l’inclusione sociale dei pazienti affetti da disturbi psichici. Finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’avviso “Puglia Capitale Sociale 3.0”, questo programma mira a creare un processo innovativo e generativo per favorire l’autonomia e la crescita personale dei partecipanti.

Gli obiettivi principali del progetto sono i seguenti:

Riabilitazione lavorativa: Il “Brain and Breakfast” si propone di offrire opportunità di lavoro e formazione ai pazienti con disturbi psichiatrici. Attraverso attività lavorative e formative, si vuole stimolare la loro partecipazione attiva e il recupero delle abilità professionali.


Inclusione sociale: Il progetto mira a creare un ambiente inclusivo e accogliente, dove i partecipanti possano sentirsi parte di una comunità. Attraverso attività di gruppo, laboratori creativi e momenti di condivisione, si promuove l’integrazione sociale e la lotta contro lo stigma associato ai disturbi mentali.

 Valorizzazione dell’arte bianca andriese: “Brain and Breakfast” prevede la collaborazione con la Società Cooperativa Sociale “Questa Città” per la gestione di un laboratorio di pasticceria. I partecipanti avranno l’opportunità di apprendere e mettere in pratica le tecniche di preparazione di prodotti da forno, valorizzando così la tradizione culinaria locale.

L’evento di presentazione del progetto si terrà lunedì 17 giugno alle ore 10:00 presso la sede del Centro Diurno Cogestito Asl Bt, situato ad Andria in via Linneo n. 5. Durante l’incontro, interverranno diverse figure professionali, tra cui la Direttrice Generale Asl Bt, il Direttore Dipartimento Salute Mentale Asl Bt e il rappresentante legale della Società Cooperativa Sociale “Questa Città”.

“Brain and Breakfast” rappresenta un passo importante verso la promozione della salute mentale e l’inclusione lavorativa. La collaborazione tra istituzioni, operatori sanitari e associazioni locali è fondamentale per il successo di questo progetto. Auguriamo ai partecipanti un percorso di crescita e realizzazione personale all’insegna dell’inclusione e della solidarietà.

  • News dal Network

    Promo