Andria, al via il Festival della Disperazione. “Come fai e fai sbagli”

61 Visite

ANDRIA – Si terrà dal 7 al 16 giugno 2024, presso il Seminario Vescovile di Andria il Festival della Disperazione, unico appuntamento culturale sul panorama Nazionale.

Come fai e fai sbagli” il tema scelto per l’ottava edizione, che vede protagonista l’errore declinato in ogni forma e contraddizione, a partire dalla quotidianità per poi estendersi anche ad altri ambiti, tra cui l’attualità, quello sociale e politico.

La manifestazione organizzata dal Circolo dei Lettori di Andria con la direzione artistica di Gigi Brandonisio, intende celebrare il potere trasformativo e catastrofico della disperazione, quale sentimento letterario per eccellenza, proponendo 40 appuntamenti dedicati al tema, tra talk, incontri con attori, attori, musicisti e giornalisti, conferenze e spettacoli con numerosi artisti.

Al festival infatti interveranno il giornalista Saverio Tommasi, la linguista Vera Gheno, la filosofa Ilaria Gaspari, il rapper Ghemon, e poi ancora Nicola Lagioia, Vito Mancuso, Irene Soave, Claudio Morici, Mauro Covacich, Chiara Tagliaferri, Guido Vitiello, Lucrezia Ercoli, Roberto Mercadini, Francesca Coin, Antonio Pascale, Niccolò Fettarappa e Lorenzo Guerrieri e tanti altri e altre.

Come fai fai sbagli è la condizione con cui ci avviciniamo a questa ottava edizione del Festival della Disperazione. Una condizione che, oltre a caratterizzare e rappresentare al meglio lo spirito e l’essenza del festival, rappresenta un po’ la condizione di tutti noi che, ogni giorno le proviamo tutte per raggiungere i nostri piccoli grandi obiettivi sbagliando sistematicamente ogni singola scelta che facciamo.” Ha dichiarato il direttore artistico Gigi Brandonisio, che ha aggiunto: “L’errore, in tutte le sue forme, è la cosa che ci riesce meglio, quella che puntualmente non sbagliamo mai. E allora partiamo dalla consapevolezza che tanto ogni sforzo è inutile, che tanto qualcosa andrà storto. L’ottava edizione del Festival della Disperazione la vivremo con questa consapevolezza: in attesa di confrontarci con i nostri sbagli quotidiani. Con o senza errori proveremo anche questa volta a sopravvivere, sapendo che non sarà per niente facile.”

Per il programma completo: www.festivaldelladisperazione.it

News dal Network

Promo