A Canosa inaugurato il nuovo luogo di culto dei Testimoni di Geova

90 Visite

 Il 18 maggio scorso è stata inaugurata a Canosa, Via Giovanna d’Arco 1/a, una nuova Sala del Regno dei Testimoni di Geova. L’edificio ha una struttura semplice e funzionale ed è stato realizzato grazie alla collaborazione di 315 volontari religiosi locali e provenienti da altre parti d’Italia che hanno messo a disposizione la propria professionalità e competenza.

Il nuovo luogo di culto ospiterà i circa 250 Testimoni di Geova di Canosa, Minervino Murge e zone limitrofe. Sarà aperto a tutti e permetterà lo svolgimento delle attività religiose in un ambiente moderno e accogliente.
Il Sindaco dott. Vito Malcangio spiega il valore sociale e culturale di una tale opera per tutta la collettività: “Ringrazio la comunità canosina dei Testimoni di Geova che si è impegnata per la costruzione della Sala del Regno, dando così spazi moderni ed accoglienti per lo svolgimento delle attività sociali e spirituali. Sono sicuro che anche il quartiere Torre Caracciolo gioverà di questo nuovo insediamento in una zona che riteniamo da rivalutare”.

Anche l’assessore Saverio Di Nunno ha sottolineato l’importante lavoro svolto dai Testimoni di Geova sul territorio e commenta: “Siamo felici di vedere realizzata nella nostra città una nuova Sala del Regno dei Testimoni di Geova, struttura realizzata tenendo conto di tutte le norme tecniche. Alla città si aggiunge una nuova realtà, complimenti!”
Roberto Seconi, referente dell’ente, commentando i rapporti con l’amministrazione comunale ha detto: “Il progetto ha richiesto una stretta e lunga collaborazione con i funzionari del Comune di Canosa che hanno mostrato una notevole apertura mentale concedendo il terreno per questo scopo. La costruzione e l’utilizzo del nuovo luogo di culto ha recato beneficio alla zona e alla comunità stessa, dando pregio a quest’area cittadina”.


Giuseppe Carbonara, portavoce dei testimoni di Geova dichiara: “Questo nuovo centro d’istruzione, utile per promuovere valori morali adatti per ogni tipo di comunità, è frutto della collaborazione dell’amministrazione comunale, dei tecnici locali e dei tantissimi volontari. Qui sarà possibile ricevere sostegno e assistenza spirituale anche per chi, pur non essendo Testimone di Geova, ha bisogno di conforto per affrontare i diversi problemi della società odierna”.

La costruzione della Sala del Regno di Canosa, è parte di un programma mondiale di costruzione di luoghi di culto autofinanziato dai fedeli stessi. Questo programma permette di costruire simili edifici anche in paesi poveri dove i fedeli non hanno le risorse economiche sufficienti. Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale dei Testimoni di Geova, jw.org

News dal Network

Promo