«Simone, figlio di Giovanni, mi ami?», il caffè spirituale di mons. Savino

88 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                            

 VENERDÌ 17 MAGGIO 2024         

VENERDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA

     ===☕️=== 

           —–•••—–

« Cristo ci ama

e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue:

egli ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio e Padre».  Alleluia. (Ap 1,5-6)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore.
✠ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 21,15-19)

In quel tempo, quando [si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli».

Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pascola le mie pecore».

Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse “Mi vuoi bene?”, e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi».

Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi».

Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

Santa Teresa d’Avila [(1515-1582)

carmelitana, dottore della Chiesa],

Poesie « Vuestra soy, para vos nací » 

« Se voglio che egli rimanga finché io venga, che importa a te? Tu seguimi »

Sono tua, per te sono nata, 

Cosa vuoi fare di me?

Maestà sovrana

Eterna Sapienza,

Bontà somma per la mia anima,

Tu, Dio, Altezza, Essere unico, Bontà,

Vedi la bassezza,

di colei che ti canta oggi il suo amore.

Cosa vuoi fare di me?

Sono tua, poiché mi hai creata,

Tua, poiché mi hai riscattata,

Tua, poiché mi sostieni,

Tua, poiché mi hai chiamata,

Tua, poiché mi hai aspettata

Tua, poiché non mi sono persa.

Cosa vuoi fare di me?

Cosa vuoi dunque, Signore tutto bontà,

che faccia un così povero servo?

Quale missione hai data 

allo schiavo peccatore?

Eccomi, mio dolce amore,

Dolce amore, eccomi.

Cosa vuoi fare di me?

Ecco il mio cuore,

lo depongo nella tua mano,

con il mio corpo, la mia vita, la mia anima,

le mie viscere e tutto il mio amore.

Dolce Sposo, mio Redentore

Per essere tua, mi offro a te,

Cosa vuoi fare di me?

Dammi la morte, dammi la vita,

La salute o la malattia.

Dà l’onore o il disonore, 

La guerra o la grandissima pace,

La debolezza o la forza piena.

A tutto ciò, dico di sì:

Cosa vuoi fare di me? (…)

Sono tua, per te sono nata, 

Cosa vuoi fare di me?

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

O Dio, che con la glorificazione del tuo Figlio 

e con l’effusione dello Spirito Santo

ci hai aperto il passaggio alla vita eterna,

fa’ che, partecipi di così grandi doni, 

progrediamo nella fede e nel tuo amore. Per il nostro Signore Gesù Cristo.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». 

«Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». 

E il Signore disse: «Seguimi». Alleluia. (Gv 21,16.19)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, il Risorto per la nostra salvezza, sia benedetta questa giornata.+ don Francesco

News dal Network

Promo