«Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo», il caffè spirituale di mons. Savino

57 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                            

  MERCOLEDÌ 15 MAGGIO 2024         

MERCOLEDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA

     ===☕️=== 

           —–•••—–

«Popoli tutti, battete le mani!

Acclamate Dio con grida di gioia». Alleluia. (Sal 46,2)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Siano una cosa sola, come noi.
✠ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 17,11b-19).

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]

«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.

Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.

Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

Sant’Aelredo di Rievaulx [(1110-1167)
monaco cistercense inglese],
Oratio pastoralis, 8.10 

Ascolta, Signore mio Dio, la preghiera del tuo popolo!

Dio di misericordia, ascolta la preghiera che faccio per il tuo popolo. Mi obbliga a ciò la mia funzione, tende lì il mio cuore e mi porta lì la considerazione della tua bontà. Tu sai, dolce Signore, quanto li amo, come il mio cuore è per loro e a quale punto è giunta loro la mia tenerezza. Tu sai, mio Signore, che senza durezza né spirito di dominio comando e quanto desidero essere a loro più utile nella carità piuttosto che essere il primo, essere loro sottomesso nell’umiltà e unito nell’affetto, come uno di loro. 

Ascoltami ancora, Signore mio Dio: ascoltami, i tuoi occhi siano aperti su di loro giorno e notte. Spiega le ali e proteggili, Signore tanto buono; stendi la tua destra santa e benedicili; metti nei loro cuori lo Spirito Santo, e lui li custodisca nell’unità di spirito e il legame della pace, nella castità della carne e l’umiltà dell’anima. (…) 

Sotto l’azione del tuo Spirito, dolce Signore, abbiano la pace in se stessi, fra loro e con me; siano modesti, benevoli; obbediscano, si aiutino e si supportino reciprocamente. Abbiano il fervore dello spirito, la gioia della speranza, una pazienza inscalfibile nella povertà, astinenza, lavoro e veglia, silenzio e raccoglimento. Resta in mezzo a loro come hai promesso. E poiché sai ciò di cui ognuno ha bisogno, ti prego, rafforza in loro ciò che è fragile, (…), guarisci ciò che è malato, consola i loro dolori, rianima i tiepidi, rassicura gli incerti, tutti si sentano aiutati dalla tua grazia nei loro bisogni e tentazioni.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

Padre misericordioso,

nella tua bontà dona alla Chiesa, radunata dallo Spirito Santo,

di servirti con piena dedizione

e di formare in te un cuore solo e un’anima sola.

Per il nostro Signore Gesù Cristo.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«La tua parola, Signore, è verità:

consacraci nella verità». 

(Cf. Gv 17,17b.a)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, il Risorto per la nostra salvezza, sia benedetta questa giornata.+ don Francesco

News dal Network

Promo