Barletta: furti e danni a negozio stazione ferroviaria, due minorenni messi in comunità

164 Visite

Due minorenni di Barletta sono stati collocati in una comunità, a seguito di un provvedimento cautelare del tribunale competente di Bari, poiché sono ritenuti responsabili di un furto all’esercizio commerciale che si trova nella stazione ferroviaria della Città della Disfida. 

Stando a quanto si apprende, le indagini sono state condotte da agenti del posto di polizia ferroviaria. I fatti risalgono al mese di febbraio scorso quando, per la terza volta, il negozio venne preso di mira. Oltre a sottrarre gran parte della merce i due giovani si sarebbero resi responsabili di aver provocato gravi danni alle strutture. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica del Tribunale dei Minorenni di Bari, hanno consentito agli agenti di ricostruire la dinamica del reato ed in poco tempo di giungere all’identificazione degli autori, oltre al recupero dell’intera refurtiva e dell’auto ricettata dagli stessi autori per raggiungere la stazione e fuggire immediatamente dopo il furto.

Infatti, a seguito di una precedente attività info-investigativa, gli agenti hanno accertato che i minorenni avevano nella loro disponibilità un locale utilizzato come deposito della refurtiva e lo hanno sequestrato e restituito al titolare dell’esercizio commerciale. Le indagini sui due minori, già più volte segnalati all’Autorità Giudiziaria per altri reati e già colpiti dal provvedimento di avviso orale del questore della Provincia di Barletta Andria Trani, nonché del provvedimento del Daspo Urbano (Dacur) hanno delineato le singole responsabilità penali, cosicché il giudice per le indagini preliminari della del Tribunale per i Minorenni di Bari ha accolto le richieste del pubblico ministero titolare delle indagini, ai fini dell’emissione di una misura cautelare per il collocamento dei minori in due diverse comunità per minorenni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovranno rispondere dei reati di furto aggravato e ricettazione in concorso nonché detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

News dal Network

Promo