Chef morto in moto, a Trani sit-in della famiglia fuori al Tribunale

60 Visite

Un sit-in pacifico per chiedere che sia fatta giustizia sulla morte di loro figlio quello organizzato dai genitori di Felice Casale, il 26enne morto il 16 agosto del 2017 a bordo della sua moto in via Martiri di Palermo.

Stando a quanto si apprende, madre e padre del giovane scomparso hanno affisso striscioni proprio davanti al Tribunale dove, lo scorso nove aprile, il sostituto procuratore della Repubblica ha chiesto al Gip l’archiviazione della posizione dei cinque indagati nel fascicolo relativo all’accertamento della cause della morte di Raffaele. Papà Felice si è opposto, non riconoscendo la tesi secondo cui la caduta del giovane sia avvenuta per sua presunta responsabilità, continuando quindi la sua battaglia per la verità sulla morte del figlio.

News dal Network

Promo