Sanità: Bassetti, “zanzara malaria in Puglia è segnale che serve maggior controllo”

59 Visite

«Non scherziamo nel far crescere l’erba, questi insetti sono vettori di tante malattie infettive»

Il fatto di avere trovato una zanzara del genere Anopheles in Puglia «non deve allarmare la popolazione perché non c’è un rischio immediato di trasmissione della malaria però pone problema che si inserisce in un discorso globale sulle zanzare e i cambiamenti climatici che stanno favorendo la proliferazione. L’ Anopheles però pone il problema della malaria per il futuro e del controllo delle zanzare: spero che questa scoperta in Puglia serva a lavorare meglio su tutti i generi di zanzare attraverso larvicidi e pesticidi. Chi dice oggi di far crescere l’erba senza tagliarla per difendere la biodiversità, spero stia scherzando perché le zanzare sono vettori di Dengue, West Nile, Chikungunya e poi, appunto, della malaria».

Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive ospedale policlinico San Martino di Genova, tornando sullo studio dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Puglia e della Basilicata che ha scoperto in Puglia esemplari di zanzara della malaria dopo oltre 50 anni.

News dal Network

Promo