L’8° Anniversario della Fondazione Seca: Museo della macchina per scrivere

87 Visite

Una serie di eventi a Trani suggelleranno dal 23 al 28 aprile prossimi l’ottavo anniversario dell’intensa attività della Fondazione S.E.C.A., dell’apertura del Museo della Macchina per Scrivere, vero e proprio magnete del Polo Museale Diocesano, ospitato nelle sale di Palazzo Lodispoto. Un patrimonio incantevole che racchiude la storia e il percorso di evoluzione della dattilografia. Una collezione prestigiosa quella dell’appassionato Cav. Natale Pagano, pezzi unici e rari esposti con estrema cura, oggetto di ammirazione di turisti italiani e stranieri.

Per lo speciale compleanno spicca un programma avvincente, frutto dell’intesa della Fondazione S.E.C.A., presieduta da Isabella Ciccolella, con il Circolo della Stampa San Francesco di Sales, con a capo Vincenzo Rutigliano. Una manifestazione vivace che chiama in causa la creatività dei giovani studenti e la genialità dell’artista ligure Mattia Maio.

Si parte martedì 23 aprile alle ore 9.30 in Piazza Duomo con “Scritti alla luce del sole”, frase chiave dell’originale Flash Mob che vede coinvolti alunni e giornalisti nell’elaborazione di brevi racconti, poesie, riflessioni. I partecipanti avranno a disposizione le macchine per scrivere della Fondazione S.E.C.A.: generazioni e culture diverse, pensieri in libertà connoteranno l’esordio dell’anniversario targato 2024, in uno scenario favoloso, ai piedi della splendida Cattedrale. Anche passanti e visitatori potranno cimentarsi. Gli scritti saranno valutati da una apposita giuria composta dai soci del Circolo della Stampa San Francesco di Sales.

Mercoledì 24 aprile alle ore 10.00 nella Corte del Polo Museale in calendario l’inaugurazione della mostra di Mattia Maio “Disegnare con le macchine per scrivere” con live performance dell’eclettico artista, alias Mister Moustacchio, reduce dal successo ottenuto su Rai2 nel corso del talent show “Dalla strada al palco” condotto da Nek. Con la rassegna antologica delle sue opere e con la sua peculiare tecnica del disegno con la macchina per scrivere, Mattia rivelerà il suo cammino inusuale ma sorprendente. I suoi quadri raffiguranti Jimi Hendrix, Audrey Hepburn, Salvator Dalì, e altri celebri personaggi sono rigorosamente frutto del ticchettio dei tasti dello strumento vintage.

Nel pomeriggio del 24 aprile alle ore 17.00 ecco il dibattito “Macchina per scrivere Mon Amour”, esperienze vissute “sul campo” dai giornalisti del Circolo della Stampa nel loro cammino professionale scandito da uno strumento oramai in disuso, sostituito dal computer, dal tablet, dal cellulare, all’insegna della velocità, della tecnologia più avanzata e sofisticata. Narrazioni e memorie di anni passati trascorsi nelle redazioni delle varie testate. A seguire alle ore 18.00 la premiazione dei tre migliori elaborati dei partecipanti al Flash Mob “Scritti alla luce del Sole”.

Giovedì 25, venerdì 26 e sabato 27 aprile il versatile Mattia Maio in mattinata continuerà ad esibirsi con le sue Live Performance, animando con i suoi lavori l’affascinante atmosfera vintage di uno strumento elegante, raffinato, pratico e funzionale. La mostra sulla macchina per scrivere, decantata visivamente dal curioso ed eccezionale repertorio artistico di Maio, potrà essere visitata fino a domenica 28 aprile.

News dal Network

Promo