Rimozione della rotatoria per Montegrosso sulla Andria-Canosa, “Io Ci Sono!”: «mettere in sicurezza quella strada»

135 Visite

La rimozione della rotatoria posizionata sulla strada provinciale Andria-Canosa ha le ore contate. L’impresa aggiudicataria dei lavori pubblici pare abbia trasmesso all’Ente competente per territorio quindi al comune di Andria, la comunicazione dell’avvio dei lavori di rimozione di quel manufatto pericoloso posizionato sulla strada della morte Andria-Canosa. Entro alcune settimane, dunque, quella strada vedrà ridursi i pericoli causati anche dalla rotatoria e renderà un pò più tranquille le migliaia di viaggiatori che ogni giorno la percorrono.

Una rotatoria definita “pericolosa” dall’ssociazione “Io Ci Sono!” di Andria, che lo scorso 15 dicembre aveva inoltrato una nota informativa indirizzata alla Procura di Trani il 15, informandone anche la Prefettura di Barletta Andria Trani e dopo quella denuncia venne attivato l’avvio di alcuni seppur minimi interventi per la messa in sicurezza della strada. Il firmatario di quella nota informativa, l’attivista sociale Savino Montaruli, oggi dichiara:

«la politica continua a contaminare quella che è un’urgenza assoluta per la messa in sicurezza di una strada che ha già mietuto troppe vittime, nonostante il fiume di denaro pubblico speso per la sua messa in sicurezza. L’esasperazione e le continue sollecitazioni, unitamente al nostro innato senso di responsabilità, ci portò a dover ricorrere alla Procura ed alla Prefettura ed oggi, finalmente, si procederà con il completamento dell’opera pubblica da parte della società aggiudicataria dei lavori. Non sappiamo, a questo punto, chi siano coloro che, politici, rappresentanti istituzionali, amministratori comunali o altri che siano venuti meno agli impegni assunti anche innanzi ai poveri residenti ed imprenditori della borgata cui sono state somministrate dosi industriali di camomille placa animi, sta di fatto che ora è troppo tardi anche per la ricerca delle responsabilità quindi si deve procedere con ciò che è necessario fare per mettere in sicurezza quella strada» – ha concluso Montaruli di “Io Ci Sono!” dal cui Ufficio di Presidenza la presente nota stampa è stata altresì inviata alla Procura ed al Prefetto.

News dal Network

Promo