Polizia: procuratore Trani, calati i furti di auto denunciati

78 Visite

«Il numero assoluto relativamente di furti d’auto denunciati è leggermente calato rispetto all’anno precedente.
Temo purtroppo che non sia ancora possibile dire che non siamo più la prima provincia in Italia per furti di auto però il dato fondamentale è che stiamo lavorando».

Lo ha detto il capo della procura di Trani, Renato Nitti a margine della cerimonia per il 172/o anniversario di fondazione della polizia di Stato a Trani. «Il risultato che la costituzione di squadre investigative ha dato e sta dando nell’accertamento di reati è abbastanza importante», ha proseguito Nitti spiegando che «siamo riusciti a creare delle squadre investigative di contrasto del fenomeno dei traffici di rifiuti e stiamo riuscendo ad avere anche una discreta mappatura di quel che avviene».

Per il procuratore «il 2023 è stato un anno importante. Più volte ho detto che le forze dell’ordine non erano numericamente adeguate, che stavano facendo un enorme sforzo per contrastare tutte le urgenze nella Bat. Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi ha riconosciuto che c’erano dei pesanti sottodimensionamenti degli organici e ha preso un impegno con la collettività e con le istituzioni ovvero dotarci entro giugno prossimo di cinquanta persone e sarà un’ulteriore svolta».

«I nostri reparti investigativi, la squadra mobile, il nucleo investigativo, il nucleo di polizia economico-finanziaria cominciano ad avere dei numeri vicini all’accettabilità, sebbene ancora lontani da quelli che dovrebbero essere», ha continuato Nitti. Alfredo Fabbrocini nel suo primo discorso da questore di Barletta- Andria – Trani, ha ricordato le donne vittime di violenze e puntato su tre parole: scelta, gentilezza e coraggio. «La scelta di indossare la divisa ed essere vicino alla gente sapendo di stare dalla parte giusta, la gentilezza nell’aiuto e il coraggio di fare il proprio dovere ogni giorno». (ansa)

News dal Network

Promo