Al Liceo Scientifico di Andria razzia di biciclette e monopattini

76 Visite

Una sorpresa molto amara per gli studenti del Liceo Scientifico di Andria che si sono visti rubare biciclette e monopattini. E’ accaduto nella città di Andria la mattina di venerdì 5 aprile 2024; i ragazzi erano stati costretti ad agganciare alle ringhiere esterne della scuola, con catene e lucchetti, i loro mezzi di locomozione ecologici, a causa dell’impedimento imposto loro perché potessero parcheggiarli, comodamente, all’interno dell’area scolastica recintata e protetta.

La rabbia dei ragazzi e dei genitori che si sono rivolti all’Associazione di Impegno Civico “Io Ci Sono!”, di Andria, presieduta dall’attivista sociale Savino Montaruli, denunciando l’accaduto ed anche il danno subito.

L’appello dunque alla dirigenza scolastica affinché consenta, come è altresì logico che sia e come avviene per i mezzi privati dei docenti, di poter utilizzare l’area protetta della scuola per parcheggiare i suddetti mezzi ecologici.

Anche il Presidente di “Io Ci Sono!”, che ha raccolto la denuncia anche a mezzo di materiale video, si è espresso dichiarando: “nella città in cui si vorrebbe addirittura costruire una ciclovia martoriando una via centrale della città già di per sé problematica, qual è via Ferrucci, assistiamo a questi episodi che evidenziano, ancora una volta, anche quanto poco sicura sia diventata la nostra città  e quanto la situazione sia diventata preoccupante e degradante. Intanto la politica locale ed amministrativa, con l’ausilio degli allineati silenti e accondiscendenti, continua a dire che va tutto bene e che non bisogna far polemica ma solamente tacere, sempre tacere”.

News dal Network

Promo