“Puglia isolata”: Presidente Capone scrive al ministro infrastrutture, Salvini

50 Visite

La Puglia isolata dal resto d’Italia, la Presidente del Consiglio regionale, Loredana Capone, ha inviato una lettera al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture per chiedere un intervento urgente per sopperire ai gravi disagi dovuti alla sospensione della tratta ferroviaria Benevento – Foggia provocata da una frana tra Ariano Irpino e Montecalvo.

«Ferrovie dello Stato ha comunicato che sono necessari almeno 30 giorni per ripristinare la linea che collega la Puglia a Roma e quindi al resto d’Italia. Una situazione che isola la nostra regione creando numerosi disagi soprattutto in prossimità della Pasqua –
afferma la presidente Capone Non solo molti pugliesi non potranno rientrare a casa, ma si verificherà una brusca frenata per il turismo. Sarà difficile raggiungere la Puglia in questo periodo dell’anno, un momento  importante e atteso dagli operatori turistici. A questo si aggiungono i gravissimi disagi registrati dai pendolari e dai nostri studenti – aggiunge Capone – Questa situazione non è sostenibile. Vengono lesi i diritti. Basti pensare che la sospensione della linea ferroviaria è coincisa con un brusco aumento dei prezzi dei voli. Cifre che superano 300 euro a tratta. Costi inaccessibili. Solo un esempio: Brindisi – Roma ha un prezzo base di 310 euro fino a raggiungere 750 euro. Lo stesso si sta verificando per i collegamenti con Trenitalia per tratte diverse, che permetterebbero di raggiungere la Puglia da altre mete. Il biglietto Milano– Bari arriva a costare 305 euro. La Puglia così è completamente isolata e le alternative sono scoraggianti. Anche volendo prendere l’autobus per raggiungere Roma da Lecce ci vogliono 12 ore e il prezzo è di circa 70 euro con pochissimi posti a disposizione. C’è già il tutto esaurito. Mentre i passeggeri di Trenitalia raccontano di viaggi da incubo su autobus sostitutivi».


«Per tutto questo –
conclude la Presidente – ho scritto al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Matteo Salvini, affinché intervenga per adottare soluzioni alternative e creare i collegamenti necessari monitorando nello stesso tempo le operazioni di recupero della linea sospesa. Questo evento ha dimostrato ancora una volta la fragilità del nostro sistema infrastrutturale e dei nostri collegamenti al Sud. Le nostre preoccupazioni sull’autonomia differenziata oggi sono ancor più fondate».

News dal Network

Promo