Cultura, FdI: “Da nove anni i pugliesi pagano il consigliere del presidente Titti de Simone e oggi abbiamo capito il perché”

63 Visite

Nota congiunta del gruppo regionale di Fratelli d’Italia (il capogruppo Francesco Ventola e i consiglieri Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini e Michele Picaro)

“Dal 1° luglio 2015 ci chiediamo: ma Titti De Simone, consigliere del presidente per l’attuazione del programma di governo regionale, esattamente cosa fa ogni giorno negli uffici della Presidenza della Regione per costare alle tasche dei pugliesi 65mila euro l’anno (certo lordi) e quindi da quasi nove anni per un costo complessivo di 585mila euro? 

Oggi l’abbiamo capito leggendo La Gazzetta del Mezzogiorno: difende i diritti LGBTQIA… soprattutto quelli della sua compagna che da tre anni organizza un Festival ad Ostuni, dal nome suggestivo Sherocco, se non altro perché è il titolo del suo libro. Insomma, tutta una questione di famiglia. E così a carico dei pugliesi non abbiamo solo l’indennità che Titti De Simone percepisce, ma anche altri 115mila euro fra Teatro Pubblico Pugliese e Pugliapromozione che percepisce la sua compagna.

Sia chiaro, i diritti degli LGBTQIA non sono in discussione, nessuno rivolti la ‘frittata’ tirando in ballo una presunta nostra omofobia, anzi: noi siamo perché questi vengano riconosciuti a tutti, senza favoritismi, pregiudizi e strumentalizzazioni, quello che noi poniamo non è solo una questione di opportunità nel gestire il proprio ruolo di consigliere di Emiliano per favorire (e non poco) un proprio parente.

Qui l’interrogativo è un altro: perché i pugliesi pagano 65mila euro all’anno a Titti De Simone, quali sono i risultati che i pugliesi hanno avuto dalla sua lunga attività regionale? O paghiamo i fedelissimi, gli emilianisti, che non avendo un lavoro (Titti De Simone non è l’unica) e non potendoli candidare tutti al Parlamento, dobbiamo mantenerli a spese dei pugliesi? Ma a questo punto non sarebbe meglio dar loro il RED, del quale la De Simone è anche una delle più accanite sostenitrici!” (foto Repubblica)

News dal Network

Promo