Cpia Bat, Tutto pronto per l’inaugurazione del parco della Memoria per le vittime del Covid 19

129 Visite

Fervono i preparativi in attesa dell’inaugurazione del parco della Memoria per le vittime del Covid-19 nel quartiere “San Valentino”. Dopo la giornata dedicata alla raccolta dei rifiuti, gli studenti del C.P.I.A. BAT “G. Strada” e gli studenti della Scuola Secondaria di primo grado “G. Salvemini”, guidati dal docente di Arte prof. Ernesto Severino, stanno completando la decorazione di due cisterne di riserva d’acqua per l’irrigazione con motivi floreali che richiamano la bellezza del creato e l’armonia della natura, come a voler lenire l’amarezza e il dolore di un evento drammatico che ha segnato la storia e le vite di tutti. Questo spazio verde deve essere vissuto come un luogo di rinascita, di incontro, di scambio, di pace e non di lutto.

La cura è affidata ai due Istituti Scolastici che con l’erigendo parco diverranno unico cuore pulsante del quartiere. Questo è patrimonio della città con i suoi abitanti, invitati, stimolati ed educati al rispetto e al decoro della res publica. Giovedì 14 marzo, alle ore 15:00, presente Riccardo La Rosa di Legambiente, gli studenti effettueranno nuovamente la raccolta dei rifiuti e continueranno a farlo nel tempo, per ricordare che la cura dell’ambiente riguarda tutti …nessuno escluso.

L’inaugurazione avrà luogo lunedì 18 marzo 2024 alle ore 10.30 animata da canti e letture a cura degli alunni dell’Istituto comprensivo “Imbriani-Salvemini” e degli studenti del CPIA- Bat, alla presenza del Sindaco avv. Giovanna Bruno, dell’Assessore alla Persona Dora Conversano, dei Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche coinvolte, docenti e familiari delle vittime di covid.

Per l’occasione sarà allestita una mostra di rappresentazioni grafiche sul tema realizzate per il “Concorso di idee” espletato per la scelta delle decorazioni delle cisterne. La mostra sarà illustrata da giovani studenti e farà da sfondo alla collocazione di una targa commemorativa impiantata a ricordo delle vittime. La cittadinanza tutta è invitata ad intervenire in segno di coesione e condivisione di un dolore che può trasformarsi in bellezza.

News dal Network

Promo