Certificato rispetto parità di genere a Multiservice di Andria

56 Visite

 “Per noi e per la società è innanzitutto un grande risultato culturale.

La certificazione per la parità di genere non voleva essere un bollino, una medaglia da aggiungere alle tante altre certificazioni perché non è obbligatoria.

Intende dare ai nostri collaboratori e alle nostre collaboratrici un segnale su quello che la società vuole essere per il futuro, ovvero essere una società inclusiva, dove la parità di genere e di tutte le diversità, venga attuata tutti i giorni”. Lo ha detto Antonio Griner, amministratore unico della Multiservice, azienda municipalizzata del Comune di Andria, tra le prime al Sud a conseguire la certificazione sulla parità di genere rilasciata da Icdq, ente di certificazione riconosciuto da Accredia.

    Raggiungerla “è stato un percorso che è durato quasi tutto il 2023 – ha spiegato Griner – siamo partiti da una verifica e da una fotografia dello stato dell’arte della società sul tema, sono state fatte delle analisi e delle verifiche da un punto di vista anche della parità salariale, degli orari svolti e di tutta una serie di parametri previsti dalla certificazione.

    Abbiamo svolto anche una serie di corsi di formazione per i nostri 98 dipendenti, di cui 26 sono donne, per cercare di sapere da loro, anche in maniera anonima, quelle che potevano essere delle criticità”. Le problematiche emerse sono legate “alla comunicazione che a volte anche in maniera involontaria tocca delle corde di sensibilità che non dovrebbero essere toccate”, ha continuato l’amministratore unico annunciando che “abbiamo già iniziato a immaginare una serie di misure attive per rendere ancora più concreta questa parità nella nostra società”.

    “Sono orgogliosa e contenta perché sia ha la possibilità anche sui luoghi di lavoro di spiegare sempre di più che non c’è una festa della donna ma c’è un rispetto dei diritti”, ha sottolineato la sindaca di Andria, Giovanna Bruno. “Celebrare l’otto marzo con il riconoscimento della certificazione delle di genere credo abbia un significato davvero molto profondo e concreto”, ha concluso la sindaca. (ansa)

News dal Network

Promo