Comando Vigili del Fuoco Bat, Tupputi: “La Giunta approva nullaosta per l’avvio del cantiere”

57 Visite

Nota del Consigliere Regionale, Capogruppo Con, Giuseppe Tupputi:

«Il nuovo comando provinciale dei Vigili del Fuoco della BAT,  sempre più una realtà. La Giunta Regionale Pugliese ha da poco approvato la delibera di nulla osta alla conclusione del procedimento amministrativo e quindi alla costruzione della nuova sede individuata nell’area precedentemente occupata dall’ex mattatoio comunale di Barletta lungo la strada statale per Andria».

«Nello specifico, la giunta ha preso atto oggi che il suo Presidente, in base a quanto indicato nel parere rilasciato dal dipartimento ambiente, paesaggio e qualità urbana, esprimerà l’intesa propedeutica all’approvazione del progetto esecutivo da parte del commissario straordinario, Placido Migliorino, provveditore alle opere pubbliche.
Si tratta di un progetto dal valore complessivo di 16 milioni e 850 mila euro, atteso da tempo, dopo l’istituzione della provincia Barletta, Andria e Trani con la legge n. 148 del 2004, e dunque fondamentale per gestire le emergenze del territorio del Nordbarese
».

«Questa notizia mi riempie di soddisfazione», sottolinea il consigliere regionale Giuseppe Tupputi, «considerando l’importanza che il nuovo Comando riveste per la sicurezza dell’intero territorio. Con il via libera della Giunta Regionale Pugliese, stiamo finalmente tracciando il percorso verso la concretizzazione di un presidio fondamentale per il corpo dei vigili del fuoco, riconoscendo l’impegno che esso profondono quotidianamente per la salvaguardia dell’ambiente e dei cittadini».

«La progettazione della nuova Caserma è stata affidata a professionisti esterni sulla base di un Pfte (Progetto di fattibilità tecnico economica) redatto dai Vigili del fuoco e consegnato nella versione definitiva il 16 aprile 2021. A conclusione della progettazione definitiva, alla luce delle modifiche richiesta, degli aggiornamenti normativi sopraggiunti e all’incremento del costo dei materiali, l’importo del quadro economico è variato da € 10.236.700,00 a € 16.850.000,00, consolidati con il progetto esecutivo».