Trani, il contest “Il futuro che vorrei” presentato al liceo classico “De Sanctis”

126 Visite

 Gli studenti delle prime tre classi del liceo classico F. De Sanctis di Trani coinvolte nel progetto “Il futuro che vorrei”, ideato dall’assessorato alle Politiche Giovanili della città di Trani, hanno potuto ascoltare nel dettaglio la presentazione dell’idea promossa da Alessandra Rondinone, assessore alle Politiche Giovanili, e Vincenzo Topputo, consigliere con delega alle Politiche Giovanili, che hanno raccontato ai ragazzi i principali obiettivi del contest che prenderà il via a partire da marzo. Grazie alla verve di Francesco Donato, conduttore e volto di TeleSveva, gli studenti hanno potuto capire nel dettaglio come proporre i propri contenuti: reel, video, speech, grafiche, spazio libero alla fantasia sia sul formato che sui temi. 

Gli elaborati saranno poi pubblicati sui profili ufficiali dell’iniziativa, sia sui social che sul sito web (ilfuturochevorrei_trani e www.ilfuturochevorreitrani.it) dove sarà possibile avere informazioni utili e dettagliate sulle modalità di partecipazione e sul regolamento. 

Stimolare la creatività utilizzando i linguaggi e gli strumenti più affini ai ragazzi è il mezzo attraverso il quale il Comune di Trani si impegnerà ad intercettare le idee più interessanti e le proposte più innovative dei giovani cittadini che si affacciano alla vita. Sarà il liceo scientifico V. Vecchi ad ospitare il prossimo incontro con gli studenti, ma la sfida è aperta a tutte le scuole tranesi che vorranno cimentarsi nel progetto. Individuare e sviluppare le aspirazioni e le capacità dei giovani artisti, motivandoli a riflettere in modo più concreto e appassionato sulla città nella quale vivono, darà la possibilità di ispirare soluzioni in grado di migliorare il proprio futuro. 

I dieci migliori elaborati, due per ciascun istituto, saranno premiati durante l’evento finale in programma il 19 maggio in piazza della Repubblica e si aggiudicheranno un entusiasmante viaggio di istruzione a Roma con la possibilità di visitare musei e istituzioni.