Parchitelli: “Finalmente approvata la mia mozione di contrarietà alla sospensione del Fondo Affitti”

65 Visite

Nota della consigliera regionale e vicesegretaria del PD Puglia, Lucia Parchitelli:

«Non si cancella la povertà e il bisogno cancellando i poveri dall’agenda di Governo. La legge di Bilancio da poco approvata ha di fatto cancellato dall’agenda politica i ceti più deboli e lasciato da soli Comuni e Regioni, togliendo dalle loro mani la protezione dei Fondi per il contributo Affitti, per cercare di arrestare il diluvio degli sfratti che può però presto trasformarsi in tempesta a causa dell’aumento dell’inflazione e dell’impennata delle spese per le utenze domestiche».

«Non è certo una ”distrazione” della maggioranza di Governo, ma una scelta, pur in contrasto con la situazione di difficoltà economica sofferta da tantissimi italiani. Non finanziare il Fondo di sostegno alla locazione e il Fondo morosità incolpevole è di una gravità assoluta in quanto sono i due unici fondi che almeno parzialmente impediscono a decine di migliaia di famiglie di cadere nel baratro dello sfratto. Solo in Puglia sono interessate 40 mila famiglie che da quest’anno non riceveranno alcun contributo, mentre i canoni di locazione aumentano del 15% circa e le pensioni e gli stipendi restano invariati. Il Governo Meloni, con questa legge di Bilancio, ha scelto di colpire e annientare i poveri. Una scelta incomprensibile. Chiudere gli occhi e le tasche sui più deboli significa violare il diritto costituzionale alla residenza. Questa, infatti, non può essere considerata come una ”semplice” questione burocratica, ma costituisce il presupposto per l’esercizio di numerosi diritti sanciti dalla nostra Carta costituzionale. Senza casa non si è cittadini! Il Consiglio regionale ha scelto di opporsi a questa realtà, e così abbiamo votato una Mozione, che mi vede prima firmataria, per ribadire la gravità della situazione e fare sentire la voce della Puglia nella ricerca di soluzioni che possano in qualche modo agire contro questa decisione scellerata. Io non mi rassegno, e chiederò a tutti i deputati del Pd di lottare affinché si possano reintrodurre i contributi affitto e morosità incolpevole, e si inserisca come priorità nell’agenda politica la questione abitativa. Il tempo, per questi diritti e per le necessità dei cittadini, non può mai definirsi scaduto».

News dal Network

Promo