Il turismo itinerante in Puglia

49 Visite

Con il lancio di Puglia Bike destination (con ben 56 percorsi tracciati) si apre un nuovo capitolo per il turismo in Puglia. E’ di facile intuizione che i percorsi suddetti debbano integrarsi con una serie di servizi fondamentali come le ciclofficine, le colonnine di ricarica elettrica, i servizi igienici, i punti ristoro ecc. A questi vanno aggiunti le proposte di hospitality, a cementificazione zero e nel pieno rispetto della natura come Yurte, case sull’ albero , room stars o bubbles.

Ma anche Glamping e Bike Hotel, già normati e attivi sul territorio.  Un’offerta diversificata, come possiamo vedere, cosi ’come molteplici sono le richieste per gli stakeolders che già operano in questo segmento turistico e che fattura in Italia ben 5 milioni di euro.

Le proposte relative all’ integrazione dei Percorsi con le nuove strutture ricettive e la relativa normativa sono state presentate, ed in via di definizione, presso l’assessorato al Turismo della Regione Puglia e porta il nome di Progetto T.I.P. (Turismo Itinerante  in Puglia) dall’AETB Confimpresa  e tutte  le associazioni consociate pugliesi . Il tutto fruibile tramite applicazione integrata anche dai percorsi enogastronomici e dai tour organizer.
Una vera e propria rivoluzione che porterà nuove opportunità di lavoro e destagionalizzazione, ciò che gli operatori chiedono da tempo.

Difatti gli amanti di questa nuova filosofia di Viaggio sostenibile girano in tutte le stagioni e spesso evitano proprio i periodi di maggior affluenza turistica. Sarebbe opportuno che i percorsi suggeriti fossero sempre sgombri dai rifiuti , come spesso segnalato e fruibili da tutti. Ricordiamo quanto il bando per le  Comunità Ospitali per il Turismo (C.Os.T.A.) sta realizzando per l’accessibilita’ allo sport e alla vita di relazione per tutti coloro affetti da disabilità.

La Regione Puglia, dopo aver lanciato la Puglia Bike Destination ha già facilitato l’accesso delle bike ai trasporti regionali istituendo a Bari il Primo Aeroporto Bike Friendly (a cui seguirà Brindisi)e l’ intermodalità con Trenitalia.

Una nuova stagione ci attende con grandi vantaggi economici e una rete solidale tra tutti gli stakeholders   per il successo del turismo ecosostenibile in Puglia e sempre con un occhio alle best practice europee.

Giovanna Castrovilli

News dal Network

Promo