Sei arresti in corso, 23 indagati in Puglia e Abruzzo, per la rapina da milioni di euro all’Ivri-Sicuritalia di Sambuceto

99 Visite

Vasta operazione della polizia dall’alba di martedì 30 gennaio nei confronti di diverse persone ritenute responsabili dell’assalto al caveau dell’Ivri di Sambuceto, un colpo da milioni di euro.
(Come riporta ChietiToday), a condurre l’operazione sono le squadre mobili delle questure di Chieti e Foggia e il servizio centrale operativo della direzione centrale anticrimine.

Gli indagati dovranno rispondere dei reati di rapina aggravata, blocco stradale, ricettazione, riciclaggio, incendio, detenzione e porto di armi, simulazione di reato tutti aggravati dal metodo mafioso.  

L’operazione riguarda l’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le Indagini preliminari di L’Aquila, su richiesta della Procura distrettuale antimafia di L’Aquila, a carico di 6 persone, nonché l’esecuzione di un decreto di perquisizione emesso a carico di 23 soggetti, tutti indagati nell’ambito del medesimo procedimento penale scaturito dalle indagini, avviate nel 2022, in seguito alla rapina commessa da un gruppo composto da circa 20 persone, con tecniche paramilitari e armi pesanti, nonché con l’utilizzo di un escavatore, ai danni dell’istituto di vigilanza Ivri-Sicuritalia di San Giovanni Teatino (chieti) il 24 marzo 2022. (ansa)

News dal Network

Promo