Assemblea sindacale del Siulm Comparto Carabinieri

148 Visite

Giuseppe Rifino, Segretario Nazionale del sindacato Siulm  Comparto Carabinieri ha dichiarato: “Fino a poco tempo fa era impensabile una cosa del genere, oggi sì è compresa l’importanza di una struttura sindacale organizzata che possa portare avanti le criticità della nostra professione, ‘Uniti’, come nel motto del Siulm  Carabinieri”.

In via Mario Mameli 14, il 29 gennaio 2024 dalle ore 9 alle 13 nella sede del Comando Compagnia Carabinieri Aeroporti di Roma – Aliquota vigilanza e sicurezza Aeroporto di Ciampino, il SIULM Carabinieri ha indetto un’assemblea sindacale. 

 Questo è un ‘evento storico’ poiché è la prima volta, che all’interno di questa caserma dei Carabinieri si svolge un’assemblea sindacale. 

Il Sindacato Unitario Lavoratori Militari (SI.U.L.M.) è un Associazione Professionale a Carattere Sindacale tra Militari (A.P.C.S. M.) InterForze, riconosciuta e iscritta al nr. 18 dell’Albo del Ministero del Difesa (www.siulm.it). 

È un organismo di riferimento per la tutela dei diritti del personale con le “stellette”, nato nel 2018 dalla brillante idea di 15 Militari appartenenti all’Esercito Italiano, all’ Aeronautica Militare ed all’Arma dei Carabinieri. 

L’abrogazione della norma sul divieto di costituire associazioni ha spinto questo gruppo di pionieri, animati dalla sensibilità e dal senso di prodigalità nei confronti dei colleghi in difficoltà e precari, a staccarsi dalle vecchie logiche della rappresentanza militare, per abbracciare un nuovo credo: “Tutelati Sempre”.

L’Associazione, già attiva da qualche anno, presenterà la propria organizzazione e intende quindi ampliare la platea degli iscritti incontrando gli attuali aderenti per partecipare insieme nel raccogliere le problematiche da rappresentare ai vertici dell’Arma.

Si parte con un 2024 pieno di iniziative progettuali, in uno spirito di rinnovata coesione, anche grazie alle aperture del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri in tema di relazioni Sindacali.

«Diamo voce a chi non ha voce, ringraziamo il Comandante Generale dell’Arma Teo Luzi – ha riferito Michele Gigante, Segretario Generale Regione Lazio, membro del Dipartimento Legale, responsabile Nazionale pubbliche relazioni – per l’attenzione e la sensibilità dimostrata agli iscritti del nostro sindacato e del mondo sindacale militare in generale, che ci fa essere i legittimi rappresentanti delle istanze dei nostri colleghi».

I Dirigenti Nazionali, Regionali, Provinciali, saranno presenti: Giuseppe Rifino Segretario Generale Nazionale Siulm Carabinieri, Michele Gigante Segretario Generale Regione Lazio, membro del Dipartimento Legale, responsabile Nazionale pubbliche relazioni, Giuseppe Papa responsabile del Dipartimento Legale SIULM Carabinieri e Giovanni Cerenzia membro Direttivo Interforze SIULM Carabinieri. 

 Presenteranno i servizi di consulenza offerti ai propri iscritti in materia di Diritto Amministrativo, Difese Militari, compilazione e corretto andamento delle richieste per le ‘Cause di Servizio’, oltre a trattare l’argomento dell’‘Indennità di Rumore’, nonché della Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro come stabilito dalla Legge 81/2008. 

Saranno illustrati i temi programmatici su materie di particolare interesse, quali le criticità in materia alloggiativa, di protezione sociale, ovvero, il contributo che può essere fornito in materia di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro e nel campo della formazione e dell’elevazione culturale e, non meno importante verrà rappresentata la Tutela Legale Stragiudiziale con oneri a carico dell’APCSM (Associazioni Professionali a Carattere Sindacale tra Militari).

Al primo posto dell’ordine del giorno vi è l’Audizione dei carabinieri che vi parteciperanno, perché dal confronto è possibile dar vita ad iniziative sindacali.

Le proposte utili saranno prese in considerazione per istituire lavori progettuali che mirano a tutelare ed a migliorare nel concreto la vita lavorativa del comparto.

Partecipare all’assemblea è un importante momento di crescita non solo professionale ma anche personale, in quanto il Siulm  si fa carico anche quando le problematiche non sono solo di natura professionale.

La partecipazione può avvenire sia in quanto liberi da servizio sia in servizio, secondo la circolare 49/7-2-4-2023 del 29/03/2023 del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. In quest’ultimo caso si dovrà richiedere al proprio comando il permesso sindacale retribuito, considerando che spettano 10 ore sindacali annue. 

Dop il dibattito e il confronto seguirà un pranzo conviviale per i partecipanti.

Vito Piepoli

News dal Network

Promo