Andria: sequestrati 4 autoparchi per reati ambientali, denunciati i gestori

153 Visite

Quattro autoparchi sono stati sequestrati dai carabinieri della compagnia di Andria in territorio di Canosa di Puglia per reati ambientali. I gestori delle aree sono stati denunciati a piede libero per violazione del Testo Unico sull’ambiente. I militari sono stati coadiuvati dallo Squadrone eliportato Cacciatori ‘Puglia’ e dal Gruppo Forestali Bari – Nucleo Cassano. Le aree, destinate a ricovero e parcheggio di diversi mezzi e parti meccaniche e di carrozzeria di autovetture, erano per la massima parte non pavimentate, risultando sprovviste di qualsiasi impermeabilizzazione, di griglie per la raccolta delle acque e di appositi impianti per la depurazione e la disoleazione, impiegati per trattenere residui di oli ed idrocarburi.

Le sostanze, infatti, senza una protezione adeguata del terreno sottostante e senza un sistema di 0convogliabilità’ degli stessi liquidi, possono causare gravi inquinamenti dovuti alla penetrazione degli stessi nel suolo. Per questo motivo i carabinieri del Comando Compagnia di Andria, d’intesa con l’autorità giudiziaria della Procura della Repubblica di Trani, hanno sequestrato preventivamente i quattro autoparchi per una superficie totale di circa 110.000. metri quadrati ed un valore di circa 3.500.000,00 di euro.

News dal Network

Promo