“Luoghi comuni” ammessa la proposta di finanziamento per Casa Bovio

104 Visite

Diverrà luogo di aggregazione giovanile, un laboratorio culturale dove poter dare vita a processi di partecipazione attiva legati alla cura del territorio

Il 2024 della Città di Trani si apre con la comunicazione dell’ammisione dell’Ente all’iniziativa denominata “Luoghi Comuni”, progetto delle delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e dell’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) che finanziava progetti per un importo fino a 40.000 euro mettendo a disposizione degli Enti e delle organizzazioni giovanili specifiche azioni di accompagnamento.

Come noto, il finanziamento destinato alla Città di Trani sarà utilizzato per rivalorizzare la casa natale di Giovanni Bovio, situata nel centro storico e posizionata all’interno di un quartiere in continua trasformazione, di recente divenuto oggetto di importanti interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana.

“Nel 2023 abbiamo celebrato i 120 anni dalla morte di Giovanni Bovio – commenta il sindaco, Amedeo Bottaro – non solo con alcune iniziative pubbliche ma anche formalizzando un preciso indirizzo politico, deliberando di candidare al bando “Luoghi Comuni” della Regione Puglia l’attivazione di un processo di riqualificazione della casa di Bovio, in via Mario Pagano, per destinarla a centro di supporto per i processi di trasformazione della città e promozione della diffusione della cultura urbana. Ringrazio chi ha lavorato a questa progettualità: il dirigente Alessandro Attolico, l’assessore Alessandra Rondinone, ed il presidente della V commissione consiliare, Luca Morollo. Ciascuno per la propria competenza ha contribuito a trasformare un’idea in un progetto vincente”.

Casa Bovio diverrà un vero e proprio luogo di aggregazione giovanile, un laboratorio culturale dove poter dare vita a processi di partecipazione attiva legati alla cura del territorio.

Ricevuta la comunicazione di ammissibilità della proposta tranese, il prossimo passo consisterà nell’avvio delle attività di co-progettazione volte all’individuazione, tamite manifestazione di interesse, dell’organizzazione giovanile deputata alla realizzazione delle attività da sviluppare all’interno dello spazio individuato. La partecipazione costituirà per i giovani un’occasione di per generare occupazione e per la città una ulteriore opportunità per valorizzare il centro storico.


News dal Network

Promo