Risultati operativi della Questura di Barletta Andria Trani per l’anno 2023

76 Visite

Nel corso dell’anno 2023, a circa due anni dalla costituzione della nuova Questura nella provincia Barletta-Andria-Trani, l’attività di prevenzione e repressione dei reati da parte della Polizia di Stato sull’intero territorio di competenza, i cui risultati sono stati desunti dalla consultazione dei dati statistici interni, si può sintetizzare come di seguito puntualizzato.

  Attuando una impostazione strategica mediante l’incremento di una costante e capillare presenza sul territorio, espletata anche con l’ausilio di personale di altri reparti, si è avuto un considerevole e costante aumento del numero delle persone controllate (circa 88.700 nel 2023 rispetto ai 35.500 del 2022) e dei veicoli controllati (circa 50.400 nel 2023 rispetto ai 17.600 del 2022) e, di conseguenza,  sono stati raggiunti importanti risultati con un netto aumento delle persone denunciate in stato di libertà (circa 1.360 nel 2023 rispetto ai circa 340 del 2022), e soprattutto un aumento delle persone arrestate (nel 2023 ci sono stati 202 arresti rispetto ai 150 del 2022) sia in flagranza di reato che su disposizione dell’Autorità Giudiziaria grazie anche alla numerose denunce presentate, e delle segnalazioni amministrative per uso personale di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito  di tali attività, primo importante risultato è quello relativo alla repressione del fenomeno della produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti con un considerevole aumento dei quantitativi sequestrati di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, oppiacei, cannabinoidi e sintetiche (nel 2023 sequestrati gr. 13.769, di cui circa gr. 1.100 di natura sintetica, rispetto ai gr. 2.300 del 2022). Non meno importante è la prevenzione e la repressione dei reati legati alla violenza di genere, ai maltrattamenti in famiglia, ai reati persecutori e ai reati contro il patrimonio, in particolar modo i furti di autovetture (le autovetture rinvenute nel 2023 sono state 243 rispetto alle 150 del 2022).  

A tal proposito, di grande rilevanza sono state le attività cosiddette “Alto Impatto” finalizzate ad arginare il grosso fenomeno dei furti d’auto e il fenomeno del lavoro nero, in particolare lo sfruttamento dei lavoratori stranieri.        

Il ruolo fondamentale degli uomini della Polizia di Stato in questa Provincia è rappresentato in primis dalla immediata risposta alle numerose segnalazioni mediante la linea 113, che non si sostanziano soltanto nella segnalazione di reati ma anche, e soprattutto, con la richiesta di aiuto per soccorso pubblico.

Tra le iniziative di “ prossimita”, numerosi sono i gesti di  vicinanza alla collettività come la donazione di panettoni in una casa di accoglienza, l’iniziativa “Aspettando la Befana del poliziotto …e non solo”;  tre eventi di solidarietà diretti ai soggetti  più fragili, in particolare alle persone con sindrome dello spettro autistico e le loro famiglie: un quadrangolare di calcio, “un giorno in Questura” con la partecipazione della Fondazione Pugliese per le Neurodiversità,  lo spettacolo di beneficenza “Innamorarsi dell’autismo” con la partecipazione di personaggi del mondo dello spettacolo come, ad esempio,  Al Bano, finalizzato all’acquisto di apparecchiature  didattiche a favore dell’Associazione Asteroide 8612. 

Altre iniziative volte ad avvicinare i cittadini alla Polizia di Stato sono state, tanto per citarne alcune, quella organizzata dal Commissariato di Trani che con “un giorno da poliziotti” ha permesso ai ragazzi “speciali” del Centro Socio Educativo “Il Pineto” di essere “poliziotti per un giorno”. Con il progetto “Metti in scena la legalità”, unitamente all’associazione AGAPE, ha avvicinato gli studenti di un istituto superiore alle problematiche inerenti la violenza di genere; quelle organizzate dalla Polfer di Barletta che prima ha incontrato gli alunni dell’Istituito  “Fraggianni” e, successivamente, ha dedicato una giornata di educazione alla legalità in ambito ferroviario, progetto “Train …. To be cool”, nonché quella organizzata a Bisceglie con incontri con alcune scolaresche.

La Polizia Stradale ha invece organizzato sia l’evento “La Sicurezza Stradale, un impegno per la legalità” che quello denominato “E…State con noi”, una campagna di prevenzione e di educazione stradale itinerante con il PULLMAN AZZURRO e la nostra LAMBORGHINI. Un incontro è stato organizzato presso la Sottosezione Autostradale di Trani con i bambini dell’Associazione Avis Basket di Trani, di età compresa tra i 4 e 13 anni, al fine di sensibilizzarli al rispetto delle regole della circolazione stradale così come avviene in campo durante le partite. Un’altra iniziativa da ricordare è quella organizzata a Barletta in occasione della giornata nazionale delle vittime della strada. 

Grande attenzione anche alle criticità legate alla carenza di sangue. A tale riguardo si ricordino le iniziative per stimolare la donazione del sangue attraverso l’associazione facente capo alla Polizia di Stato, “Donatori nati”; la campagna “Questo non è amore” volta a sensibilizzare e incentivare le vittime di violenza domestica e di genere a sporgere denuncia, il concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato organizzato a Trani,  la festa di San Michele Arcangelo, protettore della Polizia di Stato, organizzata nella città di Bisceglie con la tradizionale Messa presso la Basilica Concattedrale e il concerto bandistico.

Si rammenta inoltre l’intitolazione della villa comunale di Spinazzola al dottor Giovanni Palatucci, penultimo Questore di Fiume, a ricordo del suo sacrificio che permise di salvare dalla deportazione migliaia di perseguitati, principalmente ebrei.

Altri momenti sono stati dedicati al ricordo di altri appartenenti alla Polizia di Stato, caduti durante l’espletamento del loro dovere.       

Attenzione anche nei confronti degli anziani quali potenziali vittime  di truffe, attraverso l’organizzazione di incontri con personale specializzato per divulgare le buone norme di comportamento per la prevenzione di questo fenomeno.   

Nel novero dell’attività di prevenzione si evidenzia un considerevole aumento di emissione di provvedimenti di misure di prevenzione: avvisi orali (n. 50) semplici e con prescrizioni, rimpatri con foglio di via obbligatori (n. 23), DASPO (n. 87), Ammonimenti (n 7), numerose proposte per l’adozione da parte del Tribunale per la Prevenzione di provvedimenti di Sorveglianza Speciale con o senza Obbligo di soggiorno (n. 81) nonché i risultati ottenuti dalla intensa attività interna agli uffici della Polizia Anticrimine, Amministrativa e Sociale, attività costituita da una considerevole mole di pratiche informative (circa 1150) indirizzate agli organi giudiziari, Tribunali di Sorveglianza e Prefetture, come gli accertamenti per le certificazioni antimafia, le esecuzioni di misure di prevenzione e cautelari per tutti i soggetti destinatari di misure limitative della libertà a loro volta sottoposte a frequenti controlli (nel 2023 quasi 20.000 rispetto ai circa 6.600 del 2022).

Considerevole impegno anche per quel che concerne l’attività riguardante il rilascio di autorizzazioni, licenze, porto d’armi e passaporti (poco più di 3.800 nel 2023 rispetto ai circa 3.300 del 2022) ed i controlli amministrativi a locali aperti al pubblico dove si svolgono giochi, video lotterie e somministrazione di bevande alcooliche, controlli che hanno portato all’adozione di provvedimenti in esecuzione dell’art. 100 TULPS (n. 3) e alla relativa contestazione di illeciti amministrativi (16).

Estremamente impegnativa anche l’attività svolta in occasione delle manifestazioni sportive, politiche e sindacali attraverso servizi specifici di ordine pubblico volti ad assicurare il corretto svolgimento di eventi caratterizzati da una notevole partecipazione popolare come i Campionati Mondiali di Coastal Rowing e Beach Sprint tenutisi a Barletta, DigithON, la più grande maratona digitale italiana tenutasi a Bisceglie, oltre ai numerosi  eventi che normalmente si svolgono soprattutto durante la stagione estiva.

News dal Network

Promo