Andria e Locorotondo unite dalla bellezza dei loro vicoli

76 Visite

 L’incanto è in città, nel centro storico di Andria. Un incanto che, ormai da giorni, sta facendo confluire nel centro storico della città federiciana migliaia di persone, cittadini e visitatori. Un’attrazione che quest’anno raggiunge l’apice per fantasia, allestimenti e creatività. Sono le opere realizzate dalla Famiglia Vilella nel Primo Vicolo Casalino, ove è presente la “Strada più Stretta”.

Grande soddisfazione per il capofamiglia, Antonio Vilella, il quale, ai microfoni del Giornalista Savino Montaruli che, con le Associazioni “Io Ci Sono!” ed “Unibat” sta sostenendo anche quest’anno l’iniziativa, ha dichiarato: «nonostante qualche tentativo di mettere le mani su questo gioiello da parte di chi è abituato ad appropriarsi delle altrui fatiche e del mio impegno familiare, tentando di fare solo propaganda personale, la mia perseveranza mi ha portato a realizzare questo gioiello nel cuore del centro storico di Andria.

Grazie all’amicizia ed al sostegno di persone straordinarie quali l’avv. Sabino Sernia e Savino Montaruli, quest’anno sono anche riuscito a sopperire ai ritardi ed all’assenza di iniziative in città da parte del comune, appagando quel desiderio di vivere il Natale di migliaia di cittadini che stanno venendo a visitare il Vicolo così allestito. Grazie a questa iniziativa sociale, che non gode di un solo euro di denaro pubblico, che non ha staccato alcun ticket di pagamento camuffato dalla solidarietà ormai diventata business, al servizio e godimento di tutta la popolazione, siamo riusciti ad evitare ulteriori umiliazioni per gli andriesi ormai privati di qualunque iniziativa popolare, a causa di una persistente inattività politica ed amministrativa. Gli allestimenti nel Primo Vicolo Casalino resteranno attivi per moltissimi altri giorni e questo darà la possibilità ad altre migliaia di visitatori di visitare anche il Paradiso del Giocattolo; un percorso storico con l’esposizione di giocattoli di tutti i tempi immersi in un mare di luci e di effetti luminosi. Ho visto bambini e genitori emozionarsi di fronte a questa esposizione e quell’emozione sul volto dei bimbi è la più grande soddisfazione che resta di questo mio impegno familiare al servizio della mia città».

Alle parole del Vilella fanno eco quelle dell’Attivista Sociale Savino Montaruli che aggiunge: «dopo Locorotondo con i suoi splendidi vicoli allestiti per il Natale, il Primo Vicolo Casalino di Andria raggiunge il suo risultato storico, che mai avremmo immaginato. La sinergia posta in essere, nonostante neppure il più timido aiuto da parte di un comune poco o nulla orientato agli eventi popolari, ha prodotto questo straordinario risultato che consegniamo alla città ed agli andriesi sempre più sofferenti e desiderosi di riappropriarsi della propria identità che, negli ultimi anni, hanno visto svanire mentre nelle città vicine e del territorio si procede esattamente nel segno opposto, diventando punto di attrattiva delle decine di migliaia di andriesi che, ormai, in ogni fine settimana e nelle festività abbandonano la loro città per andare a spendere altrove le proprie risorse economiche».

News dal Network

Promo