Sanità: Puglia, stabilizzati 181 dipendenti Asl Bt, altri 100 al Policlinico di Bari

104 Visite

Infermieri, medici, biologi, operatori sociosanitari: sono 181 i dipendenti della Asl Bt (Barletta-Andria-Trani) che hanno maturato i requisiti per la stabilizzazione e che nei prossimi giorni firmeranno il contratto a tempo indeterminato. In 157 prenderanno servizio a tempo indeterminato il primo gennaio 2024 perché già in servizio mentre in 24 prenderanno servizio in una fase successiva poiché non in attività in questo momento: di questi 6 saranno stabilizzati a seguito di prova selettiva.

“Con delibera numero 2056 del 15 dicembre tutti i dipendenti che hanno prestato servizio per la ASL Bt e che hanno maturato i requisiti sono stabilizzati – spiega Tiziana Dimatteo, direttrice generale – questo ci consente di non disperdere competenze, professionalità e conoscenza dei servizi sanitari. A tutti loro vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro’. Il personale che ha maturato i requisiti per la stabilizzazione appartiene a diverse categorie professionali: infermieri, tecnici di radiologia, amministrativi, operatori sociosanitari-sanitari, medici appartenenti a diverse specialità cliniche, biologi, farmacisti, ostetriche, veterinari. La cerimonia della firma del contratto si terrà il 21 dicembre alle 12.30 in via De Gasperi ad Andria.

Intanto questa mattina il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha partecipato al Policlinico di Bari allo scambio di auguri con cento operatori sanitari stabilizzati dal 1° dicembre con contratto a tempo indeterminato: sono 28 medici, 19 infermieri e altre figure sanitarie, tecniche e amministrative. Si tratta di dietisti, biologi, psicologi, ortottisti, tecnici di radiologia e anche ingegneri, a supporto della realizzazione dei progetti del Pnrr che hanno maturato i requisiti previsti dalla legge 234 del 2021.

“Il Policlinico di Bari continua a investire in strutture innovative”, ha commentato. “Tra breve inaugureremo un nuovo blocco chirurgico al padiglione ‘Asclepios 3’ che potenzierà ulteriormente l’attività sanitaria. Nel frattempo, risparmiando dove era necessario, siamo riusciti a stabilizzare più di cento unità di personale che servono a far funzionare questa fabbrica della salute così importante per tutti i pugliesi. Auguri da parte mia a tutti i nuovi assunti che rafforzeranno l’attività di questo importantissimo ospedale”.

Per il direttore generale dell’azienda ospedaliero-universitaria, Giovanni Migliore “offrire una prospettiva di lavoro stabile a tanti giovani professionisti, chiamati ad operare proprio durante la pandemia, consente soprattutto alla nostra azienda ospedaliera di colmare carenze di organico e pianificare al meglio le attività delle unità operative per fornire risposte di alta specializzazione medica e chirurgica all’altezza delle attese dei cittadini”.

News dal Network

Promo