Andria: “quante installazioni si sarebbero potute evitare?”

241 Visite

«Quante installazioni di antenne si sarebbero potute evitare se si fosse intervenuto tempestivamente, prima che i funghi velenosi nascessero? Possibile che dal comune talvolta affermano di non sapere neppure delle installazioni? Se così fosse verrebbe vanificato quanto previsto dal vigente Regolamento comunale in materia di localizzazione. Se si cede al silenzio-assenso, senza aprire quei fascicoli, è ovvio che si ARRIVA SEMPRE IN RITARDO, SEMPRE IN RITARDO» – osservano dall’associazione “Io Ci Sono!” di Andria che aggiunge:

«Ma per fortuna ci sono i Cittadini che, come nel caso di via Scipione l’Africano e di via Pericle, hanno evitato lo scempio e soprattutto SONO ARRIVATI PRIMA DELLA POLITICA, MOLTO PRIMA DELLA POLITICA DANDO LA POSSIBILITA’ ALLA POLITICA DI INTERVENIRE PER TEMPO.
Questa si chiama Buona Politica (dei Cittadini); questo si chiama Bene Comune (non quello della propaganda politica); questo si chiama CIVISMO (non quello strumentalizzato da politichetti sempre pronti a mettersi sotto comodi paracadute ed ombrelli protettivi).
Questa si chiama Azione Civica.
E pensare che GLI ALLINEATI di Palazzo continuano a dire, rendendosi ridicoli e banali, che noi vogliamo il male della città. No, il male della città lo vogliono gli inetti asserviti al sistema politico locale, sempre pronti a difendere l’indifendibile per timore di perdere le briciole che quella politica elargisce con generosità e parsimonia per tenerseli ben stretti ed ALLINEATI. Andria? Si, è una città in pericolo ma ci sono i Cittadini Non Allineati che (R)Esistono e che sono DURI A MORIRE!» –
concludono dall’associazione andriese.

News dal Network

Promo