Trattamento di fine mandato. Ciliento: “Sin dal primo momento contraria”

[epvc_views]

Nota della copnsigliera pd. Debora Ciliento: « Non aver portato il provvedimento sul TFM ieri in consiglio regionale ritengo sia stato un atto di responsabilità di tutta la maggioranza.

“Le oltre 60 associazioni che sono intervenute hanno voluto comunicarci qualcosa di preciso, ossia il malessere sociale che purtroppo è presente e che le scelte di questo governo nazionale stanno sempre più evidenziando.

“Sin dal primo momento sono stata contraria al reinserimento del TFM per due motivi. Uno di carattere sociale: credo che in un momento di crisi lasciare quelle risorse a disposizione dei più fragili è un atto di solidarietà importante. L’altro é la retroattività del provvedimento che lo rende un atto autoreferenziale.

“Ieri, come ha evidenziato il presidente Emiliano, oltre la Puglia c’è anche l’Emilia Romagna a non avere il TFM. Sarebbe bello confrontarsi soprattutto con i consiglieri regionali del Partito Democratico del governo Bonaccini: trovare una soluzione comune significherebbe dare un segnale che accomuna due regioni governate dal centro sinistra.

“Non dimentichiamoci che siamo stati eletti per rappresentare nelle istituzioni le istanze dei cittadini pugliesi e, come ci ricorda il presidente Emiliano, abbiamo il dovere di ascoltare e dar voce a quello che ci stanno dicendo. E’ importante ascoltare, dialogare e confrontarsi su ogni tema, soprattutto quando si intende esercitare il potere legislativo per autoattribuirsi un riconoscimento economico, ancor più se con effetto retroattivo».

News dal Network

Promo