Mennea, Amati e Clemente: “Emiliano appare ossessionato da Calenda e dai consiglieri che hanno aderito ad Azione”

36 Visite

«Il presidente Emiliano come si evince dalla dichiarazione alla stampa di sabato 7 gennaio– appare davvero ossessionato da Carlo Calenda e dai Consiglieri regionali che hanno aderito ad Azione», affermano i consiglieri regionali di Azione Ruggiero Mennea, Fabiano Amati e Sergio Clemente.

«Con i suoi soliti toni da ras del quartierino sproloquia di presunti furti di consiglieri al Partito Democratico da parte di Calenda e si erge a interprete autentico di collocazioni politiche di questo o quel partito, come se la Regione Puglia fosse la sua personale scacchiera, campo di gioco di pedine che muove a suo piacimento».

«Fa sorridere – continuano i consiglieri regionali del Gruppo Azione – che proprio Emiliano parli di centrodestra e centrosinistra, concetti politici che proprio grazie a lui hanno perso di significato, vista l’umiliante campagna acquisti messa in campo al solo fine di meschini giochi di potere e con un PD inerme e così prono da sfidare la legge di gravità».

Così concludono i consiglieri regionali: «La verità è che Azione determinerà la propria attività politica ed istituzionale avendo come unico riferimento il benessere dei cittadini pugliesi e le eventuali alleanze saranno costruite solo con chi dimostrerà di condividere gli stessi obiettivi, perché da questa parte non c’è chi cerca soluzioni adeguate per se stesso, come evidentemente Emiliano è abituato a fare e pensare, ma solo chi intende ed attua la politica come strumento di soluzione dei problemi, in risposta ai bisogni della comunità, con l’ambizione di far diventare la Puglia il volano del Mezzogiorno».

Promo