Andria, dopo trent’anni dagli espropri in zona PIP proprietari ancora in attesa di pagamenti

48 Visite

Un
comune alle pezze quello della città di Andria. Una situazione esplosiva che
sta portando i cittadini all’esasperazione. Uno dei casi più eclatanti quello
della Zona degli Insediamenti Produttivi, una periferia della città in totale
stato di degrado dove i proprietari dei suoli ceduti al comune nei primi anni
’90 non riescono ancora oggi ad essere ristorati dall’Ente Pubblico nonostante
siano trascorsi ben trent’anni dalla data di cessione.

Una
situazione che i cittadini in attesa dei pagamenti da parte del comune di
Andria da tempo stanno sollevando, anche attraverso gli Studi Legali ai quali
si sono rivolti ma senza ancora ottenere il risultato auspicato cioè il
legittimo e totale pagamento di quanto dovuto dall’Ente. Ai microfoni di “Io Ci
Sono!” i fratelli Lomanuto esternano la loro rabbia ma anche la delusione per
tanta umiliazione.

In
taluni casi le somme che gli ex proprietari non hanno ancora incassato
ammontano anche a centinaia di migliaia di euro per un totale che supera
abbondantemente il milione di euro solo per il gruppo di riferimento.

Promo