Il cartellone “R*Estate ad Andria 2022” parte tra i rifiuti. Il primo cazziatone del Comitato Quartiere Europa

52 Visite

Una domenica
importante per città di Andria la prima domenica di luglio: partono, infatti,
gli eventi del Cartellone finanziato dall’Amministrazione comunale “R*ESTATE AD
ANDRIA 2022” ma qualcosa va storto ed ecco che quegli eventi in grado di
attrarre tantissima gente per la loro qualità e capacità di coinvolgimento si
trovano a dover fare i conti con il disservizio legato alla raccolta dei
rifiuti.

Dal Comitato Quartiere Europa (Forum 4^ Sezione Ambiente delle
Associazioni Albo comunale) arriva il primo cazziatone per il “nuovo” servizio
di raccolta dei rifiuti in città: “un quartiere dove domenica 3 luglio non si
poteva neppure passeggiare, anche a causa del fetore aggravato dai circa 40
gradi di temperatura atmosferica. Un danno di immagine enorme per la città di
Andria.

Non solo i rifiuti sparsi prodotti in quantità industriale dalle
attività commerciali, dopo un’affollatissima serata del sabato che ha riempito
i locali pubblici della città, evidentemente non ritirati, ma anche cassonetti
di utenze domestiche, evidentemente non svuotati il sabato mattina, ancora
stracolmi di rifiuti indifferenziati e persino organici, con tutto quello che
ne deriva anche dal punto di vista igienico-sanitario ed ambientale. Siamo
sconcertati per l’indifferenza istituzionale e politica.

Far finta di nulla ed
ignorare i problemi seri della città reale, causati dall’inettitudine, dalla
mala politica e dall’incapacità di dare le minime risposte ormai da anni attese
è un segnale gravissimo di cui auspichiamo almeno il Prefetto voglia prenderne
atto. Per quanto ci riguarda siamo davvero stanchi di vivere questa situazione
insostenibile; stanchi come lo sono tutti gli andriesi che, evidentemente, si
stanno rendendo conto di quanto grave sia la situazione in città” – hanno
concluso dall’ufficio del Coordinatore del Comitato di Quartiere Europa di
Andria.

Promo