Internazionali BNL d’Italia, qualificazioni fatali per le tenniste azzurre. Fuori anche la barlettana Alvisi

22 Visite

Poca fortuna per le giocatrici italiane in gara nelle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia scattate sulla terra rossa del Foro Italico. Tutte eliminate al primo turno, infatti, le cinque azzurre in tabellone, ma tutte hanno venduto cara la pelle.

Subito fuori Nuria Brancaccio, cui era toccata l’avversaria più difficile: la 21enne di Torre del Greco, n.484 WTA, ha ceduto 6-3, 6-2 alla bielorussa Aliaksandra Sasnovich, n.50 WTA e terza testa di serie delle ‘quali’.

Può essere comunque soddisfatta della sua esperienza romana Eleonora Alvisi: la 19enne di Barletta, n.924 del ranking, ha giocato un buon secondo set ma è uscita sconfitta 6-2, 6-4 per mano della slovena Kaja Juvan, n.82 WTA ed undicesima testa di serie.

Ha qualcosa da recriminare Angelica Raggi: la 23enne di Terni, n.614 del ranking, è stata battuta 6-4, 7-6(3) dalla tedesca Andrea Petkovic, n.60 Wta e nona testa di serie. Federica Di Sarra – l’unica delle cinque azzurre in tabellone per diritto di classifica – che ha invece chiuso anzi tempo la sua avventura: la 31enne di Fondi, n.207 WTA, ha lasciato via libera all’ucraina Marta Kostyuk, n.60 del ranking, sullo score di 7-6(4), 4-0. Di Sarra si è ritirata a metà del secondo parziale per un problema fisico. Infine Stefania Rubini, l’unica a conquistare un set: la 29enne bolognese, n. 407 del ranking, ha ceduto 6-1, 4-6, 6-2 alla statunitense Laureen Davis, n.90 WTA.

Promo