Barletta, Lega: «Tre omicidi in pochi mesi, Lamorgese intervenga»

51 Visite

«Tre omicidi in pochi mesi a Barletta sono un fatto che il ministro dell’Interno Lamorgese non può continuare ad ignorare senza prevedere una risposta forte ed immediata sul territorio. Tre vittime, tutte giovanissime (tra i 24 e i 30 anni), tutte uccise per banali liti per un cocktail in qualche bar. L’ultimo dramma in ordine di tempo è stato commesso da un sorvegliato speciale che ha esploso ben tre colpi di pistola contro il titolare del bar che non ha avuto scampo. E qualcuno ci deve spiegare come sia possibile che un sorvegliato speciale giri indisturbato con un’arma addosso».

Così in una nota il senatore e segretario regionale della Lega, Roberto Marti, e il capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia, Davide Bellomo.

Barletta non può essere abbandonata nelle mani di una criminalità che si sente intoccabile. Ringraziamo di cuore le forze di polizia che in brevissimo tempo sono risalite all’autore di quest’ultimo omicidio. Ma non possiamo non rilevare che serve di più per garantire la sicurezza in città. Si intervenga immediatamente in supporto delle forze di polizia locali perché i cittadini di Barletta non si debbano più sentire in pericolo in un pomeriggio di aprile, alle 19.30, mentre prendono un aperitivo», concludono Marti e Bellomo. 

Promo