Trinitapoli: sottoscritto il protocollo di legalità con la Prefettura di Barletta-Andria-Trani

50 Visite

Il Comune di Trinitapoli ha sottoscritto il protocollo di legalità con la Prefettura di Barletta – Andria – Trani «per rafforzare le misure di prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli affidamenti pubblici, concessioni e procedure concorsuali, in vista degli imponenti trasferimenti di risorse agli anti locali del Piano nazionale di ripresa e resilienza».

La firma dell’intesa arriva dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose decisa dalla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, dopo il lavoro della commissione di accesso agli atti, nominata dal prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante, che si è insediata il 29 luglio scorso per verificare se ci fossero pericoli di «eventuali forme di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare» e svolgere «accertamenti mirati e approfonditi per verificare la sussistenza di eventuali forme di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare, tali da determinare un’alterazione del processo di formazione della volontà degli organi elettivi e amministrativi e da compromettere il buon andamento e l’imparzialità dell’Amministrazione comunale, nonché il regolare funzionamento dei servizi a essa affidata».

A firmare il protocollo sono stati i commissari straordinari del Comune di Trinitapoli. Il Protocollo prevede un ampliamento dell’acquisizione della documentazione antimafia da parte della prefettura, oltre che nei casi previsti dal Codice dei contratti pubblici anche per i contratti di appalto relativi alle acquisizioni di servizi, forniture, lavori ed opere, nonché concorsi pubblici di progettazione e subcontratti, di importo compreso tra i 40 ed i 150mila euro. Il Comune si impegna a inserire nei contratti specifiche clausole contrattuali allegate al protocollo di legalità che dovranno essere espressamente accettate dalle imprese contraenti. Tutti i Comuni della provincia hanno sottoscritto l’accordo.

Promo