Covid, Fimmg Puglia: medici non pagati per vaccinazioni fatte

40 Visite

«I medici di medicina generale dell’intera Regione Puglia, tenendo fede agli impegni contrattualmente assunti, hanno svolto una considerevole attività di vaccinazione anti-Covid 19, anti influenzale, anti pneumococcica, contribuendo a proteggere la popolazione e dando un apporto sostanziale da una parte al contenimento della pandemia, dall’altra alla prevenzione di influenza e malattia pneumococcica. A fronte di questo sforzo, che ha prodotto indubbi e tangibili risultati e che è stato svolto secondo le modalità concordate con la Regione, ad oggi si deve registrare che non sono stati corrisposti i compensi nella tempistica concordata».

Lo scrive il segretario regionale della Fimmg Puglia, Donato Monopoli, in un documento inviato alla Regione per lamentare i mancati pagamenti per le vaccinazioni svolte. «Fatico – aggiunge Monopoli – a trovare una spiegazione per tale inerzia, che peraltro incide negativamente sulla fiducia dei medici verso l’interlocutore istituzionale. Pertanto, visto che non e’ tollerabile un ulteriore ritardo, chiedo alla Regione e alle Asl di provvedere a fornire riscontro dei compensi spettanti a ciascuno e ad erogare quanto stabilito contrattualmente».

«In caso di ulteriore inerzia – avvisa – si rappresenta che i medici di medicina generale si rivolgeranno al giudice competente per ottenere quanto loro spettante».

Promo