Barletta. Omicidio Giuseppe Tupputi, il questore: «Grande impegno nelle indagini»

51 Visite

«Abbiamo lavorato assieme alla magistratura tutta la notte. Siamo ancora al lavoro, quindi chiaramente non ci possiamo ancora pronunciare. Però di sicuro c’è stato un grande impegno quindi vedremo nelle prossime». Lo ha detto Roberto Pellicone, questore di Barletta Andria Trani, a margine della cerimonia per i 170 anni di fondazione della polizia di Stato ospitata nel castello svevo di Barletta.

Il riferimento è all’omicidio di Giuseppe Tupputi, il barista di 43 anni freddato nel suo locale nel tardo pomeriggio di ieri. Secondo quanto si apprende il presunto responsabile avrebbe le ore contate: la sua identificazione sarebbe vicina. L’assassinio di ieri è il terzo che in sei mesi ha scosso la città dopo quelli di Claudio Lasala, 24enne ammazzato per non aver voluto offrire un cocktail, e Michele Cilli, scomparso nel gennaio scorso.

«La scelta della città di Barletta non è casuale – ha sottolineato il questore – proprio per dare, dopo quanto accaduto negli ultimi mesi, un segnale di presenza della polizia in città». Per Pellicone continua a essere importante «la collaborazione dei cittadini. Assistiamo a un risveglio delle coscienze, ma c’è ancora molto da fare».

Promo