Barletta, abusava della propria posizione per ottenere olio e denaro: arrestato ufficiale giudiziario

77 Visite

Avrebbe preteso taniche di olio di oliva e denaro da un debitore esecutato invitandolo a scegliersi come avvocato un avvocato amico. Per questo, con l’accusa di concussione, la Guardia di Finanza di Barletta, coordinata dalla Procura di Trani, ha arrestato un ufficiale giudiziario.

Secondo l’accusa l’ufficiale giudiziario abusando della sua qualità e dei propri poteri connessi alla funzione avrebbe costretto un debitore esecutato, residente nel comprensorio, a consegnargli e/o promettergli talune utilità, consistiti in alcune taniche di olio di oliva, nonché del denaro (successivamente restituito), invitandolo a rivolgersi ad un legale direttamente legato all’indagato, da un asserito vincolo di parentela, prefigurando a carico dello stesso delle conseguenze sfavorevoli nel caso non avesse aderito alle sue richieste.

Le fiamme gialle hanno anche effettuato una perquisizione locale, personale ed informatica, nei confronti dell’indagato, nel corso della quale sono state sottoposte a sequestro probatorio euro 7.160,00 in contanti, allo stato non giustificati, litri 105 di olio extravergine di oliva riposte in 21 lattine, nonché copiosa documentazione, supporti informatici ed altro, ritenuti di notevole importanza investigativa.

Promo