Barletta, il legale del 34enne accusato di occultamento di cadavere: «Attendiamo l’esito degli accertamenti tecnici»

65 Visite

«Ci riserviamo di sostenere un interrogatorio all’esito degli accertamenti di natura tecnica di parte che intendiamo fare di fronte al compendio indiziario che è prevalentemente tecnico, essendo legato alla ricostruzione degli spostamenti in auto».

Così a LaPresse l’avvocato Nicola Mastropasqua, difensore del 34enne Cosimo Damiano Borracino di Barletta, in carcere dal 22 marzo scorso con l’accusa di aver occultato il cadavere del 24enne barlettano Michele Cilli, a conclusione dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip del tribunale di Trani (Bat). L’accusa è stata mossa in concorso con Dario Sarcina, arrestato anche per l’omicidio del 24enne, scomparso da Barletta il 16 gennaio scorso.

«L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere», prosegue il legale. «Preliminarmente ha rilasciato dichiarazioni spontanee respingendo le accuse», conclude.

Promo