In Puglia sì del Consiglio alla rimodulazione a scaglioni Irpef

44 Visite

Il Consiglio regionale pugliese ha approvato a maggioranza, con 29 voti favorevoli e 8 contrari, il disegno di legge di adeguamento degli scaglioni e delle aliquote dell’addizionale regionale all’Irpef.

L’assessore al bilancio Raffaele Piemontese è intervenuto per illustrare il provvedimento, evidenziando che «la Regione Puglia, nell’uniformare l’articolazione degli scaglioni di reddito dell’Irpef alla legge statale, ha apportato modifiche alle maggiorazioni dell’aliquota base dell’addizionale regionale, mantenendo inalterata la pressione fiscale generale». Ha poi precisato che «la Puglia è la Regione più virtuosa con una tassazione tra le più basse rispetto alle altre Regioni d’Italia».

Con la nuova rideterminazione sono stati stabiliti quattro scaglioni di reddito, di cui il primo fino a 15 mila euro, il secondo fino a 28 mila euro, il terzo fino a 50 mila euro ed il quarto oltre i 50 mila euro. La tassazione resterà invariata per i redditi ricadenti nel primo e secondo scaglione, ci sarà una riduzione dello 0,08% sui redditi del terzo scaglione e un aumento dello 0,13% sui redditi d’importo superiore ai 50 mila euro

Promo