Dal 1 aprile tornano fruibili le grotte di Santa Croce a Bisceglie.

179 Visite

Il sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano ha definito oggi un giorno da ricordare per la città. Lo stesso primo cittadino biscegliese in un post racconta la sua felicità con un pizzico di emozione.

“Ho firmato con immensa gioia e grande emozione l’ordinanza per la riapertura al pubblico delle #Grotte di Santa Croce dal 1° aprile 2022 dopo quasi dieci anni di chiusura forzata che ha rappresentato un danno incalcolabile per la nostra Comunità.

 In linea con l’indirizzo della nostra Amministrazione, l’ufficio tecnico comunale, che ringrazio per l’impegno profuso, ha agito in qualità di soggetto capofila ed aggregatore dei soggetti coinvolti coordinando e conferendo un’#accelerazione decisiva al lungo e complesso iter burocratico-amministrativo, culminato con l’esecuzione di lavori di #consolidamento statico eseguiti nell’autunno 2021 dai proprietari del sito e regolarmente collaudati da un tecnico terzo che ha verificato la regolarità degli interventi.

 Manteniamo gli impegni, rispondendo come sempre con i fatti alle polemiche da campagna elettorale.

 Le Grotte di Santa Croce, insediamento dell’uomo dal Neolitico al Paleolitico, sono una gemma preziosissima del nostro patrimonio storico e archeologico, un sito di valenza internazionale come dimostra lo straordinario ritrovamento di un #femore di un Uomo di Neanderthal avvenuto nel 1955, di una #stuoia in fibra vegetale risalente al Neolitico antico e di altri importanti reperti. 

Potremo così tornare ammirare la magnifica bellezza delle Grotte, meta di tantissimi turisti da ogni parte d’Italia e scolaresche (centinaia di pullman all’anno). Un traguardo che mi sento di condividere con Mimmo Rana, presidente del Gruppo #ScoutBisceglie, che tanto ha fatto per la valorizzazione delle grotte con un lavoro instancabile e che in questi anni ha resistito con tenacia. 

 Continua così l’opera coordinata di rilancio e #promozione turistica di Bisceglie sul panorama nazionale e internazionale, anche grazie a potentissimi strumenti come la bandiera blu  riottenuta dopo 15 anni. Un riconoscimento prestigioso dietro il quale c’è un lavoro enorme e sapiente, durato anni, che dimostra la lungimiranza e la capacità di programmare della nostra Amministrazione. 

Idem dicasi per la riapertura delle Grotte di Santa Croce, che consentirà di aumentare le possibilità di #destagionalizzazione e di creare un #itinerario che metta in rete anche i dolmen e il museo archeologico. In questo senso abbiamo inoltre chiesto alla Regione Puglia l’inserimento di Parco Lama Santa Croce nelle aree naturali protette regionali.

Tutte tessere di uno stesso mosaico che mira a rendere Bisceglie sempre più bella e competitiva sui circuiti turistici, con indiscussi benefici sull’#economia e l’occupazione”.

Indubbiamente un importante traguardo che incentiverà il turismo e la valorizzazione del territorio con importante ricadute economiche ed occupazionali.

Promo