Ucraina, a Barletta profuga riabbraccia fratello scappato dalla guerra

177 Visite

 È andata a scuola pensando di seguire come sempre, da quando è arrivata in Italia con la sua mamma, le lezioni. E invece ha riabbracciato il fratello fuggito come lei dalla guerra in ucraina. Alisa, 12 anni, ha rivisto il fratello oggi mentre era a scuola. È successo a Barletta, nell’istituto secondario di primo grado “De Nittis”. “Ci siamo emozionati tutti: ho il cuore che ancora batte a mille”, spiega Ester Alfarano, docente della 12enne che alla classe ha raccontato l’esperienza delle bombe.

Ha condiviso con noi questa esperienza terribile tenendoci aggiornati giorno per giorno di quello che accedeva nella sua città – continua la docente – ci ha mostrato le foto che le mandava la nonna, ci ha letto i messaggi inviati dal fratello. Per noi è stato come vivere in diretta la guerra. Alisa ci ha regalato le sue emozioni, soprattutto quella della speranza che noi come classe, abbiamo sostenuto e incoraggiato”.


Il fratello della bambina è arrivato a Barletta con la moglie passando per la Polonia e la Croazia e al titolare del B&B che li ospita ha raccontato di aver trascorso le ultime settimane in un bunker, al freddo e al buio per mancanza di elettricità. “Sono contenta di essere qui ma spero tornare nel mio Paese”, ha detto la cognata di Alisa, ringraziando “l’Italia, l’Europa e tutti i Paesi che ci stanno aiutando”.

Promo