Prevista la presenza di 500 Aclisti di Bari e Bat alla Fiaccolata per la pace organizzata dalle Acli di Puglia

87 Visite

Gli aclisti delle province di Bari e di Bat attraverseranno le vie principali del centro storico, per riaccendere la speranza della pace, per non interrompere la storia recente dell’ecumenismo, per ripristinare il dialogo tra i popoli fortemente compromesso dalle armi e dalla violenza.

Obiettivo è riporre al centro il dialogo interreligioso, tra la Chiesa Cattolica e quella Ortodossa nella città di Bari, da sempre punto di integrazione e frontiera di accoglienza tra Oriente ed Occidente.

La fiaccolata, su ideazione del Circolo ACLI E. Dalfino – Bari, promossa e realizzata dalle Acli Provinciali Bari-Bat unitamente alle ACLI di Puglia, si svolgerà giovedì 17 Marzo, con partenza alle ore 17.30, dalla Cattedrale di Bari. 

Il percorso prevede l’attraversamento di piazza Federico II di Svevia, piazza Massari, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza del Ferrarese, Piazza Mercantile, Strada Palazzo di Città, Corte del Catapano, Largo Urbano II.

La manifestazione terminerà sul piazzale della muraglia antistante la Basilica. A seguire i partecipanti confluiranno nella Basilica di San Nicola, dove ad attenderli ci sarà il Priore Padre Giovanni Distante. Alle 19:30 avrà inizio la manifestazione “Il Popolo di San Nicola per la Pace”, organizzata da Rocky Malatesta in collaborazione con alcuni docenti del Conservatorio, dell’Accademia e dell’Università di Bari. Musicisti ed artisti italiani russi ucraini e di altre nazionalità si esibiranno in favore della pace.

«Il pensiero ecumenico di Don Tonino Bello sulla pace universale – dichiara il Presidente regionale delle Acli Vincenzo Purgatorio – continua a muovere incessantemente il nostro impegno per il dialogo interreligioso, per non lasciare la popolazione ucraina sotto le macerie delle bombe, per ricucire i legami tra i popoli, per ricostruire relazioni di solidarietà e di reciproca fiducia». «Le Acli che da sempre costruiscono ponti di pace, accomunati dalla devozione per San Nicola patrono di Bari e della Russia – afferma Vincenzo Purgatorio – oltre alla fiaccolata promossa nel capoluogo barese, organizzeranno contemporaneamente altri momenti nei diversi capoluoghi pugliesi per promuovere il dialogo ed invocare pace e disarmo».

Promo