I sindacati medici sollecitano la Regione Puglia: “Serve un incontro urgente”

80 Visite

L’intersindacale medici della Puglia (Fp Cgil medici – Simet – Smi – Snami – Ugs medici), in una lettera inviata ai vertici della Regione e della sanità pugliese, chiede una “riunione urgente del comitato permanente regionale”.

L’intento è risolvere le problematiche relative alla “esasperante burocrazia che determina per il medico di medicina generale un sovraccarico di lavoro” e alla “inappropriatezza prescrittiva, che non può essere liquidata semplicisticamente – si legge nella lettera – con disposizioni generiche, dettate ai direttori generali, di vigilare e ridurre la spesa farmaceutica o col maldestro tentativo di individuare nel medico prescrittore il responsabile dello sforamento dei tetti di spesa farmacologica”.

L’appropriatezza prescrittiva – prosegue la missiva – è un argomento estremamente serio e importante, che merita riflessioni e approfondimenti riguardanti tutte le componenti del servizio sanitario regionale”. Per i sindacati il punto di partenza devono essere “gli specialisti ospedalieri che hanno l’obbligo, spesso disatteso, di prescrizione con ricetta dematerializzata di prestazioni specialistiche e farmacologiche. I medici non negano il problema, ma temono la verifica dell’appropriatezza sia basata non solo sul numero dei farmaci ma sulla tipologia di farmaco prescritto per una determinata patologia per ogni paziente preso in carico”.

Da qui emerge quanto sia “indispensabile un confronto per trovare soluzioni serie al problema, proponendo un tavolo tecnico ad hoc che veda coinvolte le organizzazioni sindacali ed esperti regionali del settore“, conclude la lettera.

Promo