Energia: Boccia, prevenire conflitti sociali con risorse pubbliche

45 Visite

Di fronte all’aumento dei prezzi “È necessario, proprio come avvenne nella prima fase della pandemia, prevenire i possibili conflitti sociali con immissione di risorse pubbliche nei gangli vitali del sistema economico più indebolito“.

Lo ha dichiarato Francesco Boccia, deputato del Partito democratico e responsabile Regioni ed Enti locali della Segreteria nazionale, oggi a Bari a margine di alcuni incontri in vista delle amministrative. “Pensionati, lavoratori dipendenti e autonomi cosi come molte piccole imprese – ha spiegato – potrebbero non reggere nel breve l’impatto degli aumenti e serve redistribuire presto sterilizzando il piu’ possibile gli effetti degli aumenti. l quadro internazionale e il conflitto bellico tra Russia e Ucraina – ha sottolineato Boccia – ha stravolto le previsioni economiche fatte solo qualche mese fa. L’inflazione è molto più alta delle previsioni e la crescita smisurata del costo di molte materie prime impone una revisione in Europa e nei singoli Paesi degli obiettivi del triennio 2022-2024 approvati solo lo scorso dicembre”.


E’ sempre più evidente come il prezzo di benzina e gasolio può essere contenuto con interventi redistribuivi sulle accise o sugli extra margini, così come l’aumento fuori controllo di luce e gas sulle famiglie e sulle imprese sta determinando un impatto devastante che va calmierato e, allo stesso modo, l’aumento di molti prodotti agricoli a partire dal grano“, ha detto ancora. “Il governo e tutta l’Ue sono al lavoro sull’indipendenza energetica ma nei prossimi giorni sarà urgente e necessario prevenire ogni focolaio sociale”, ha concluso.

Promo