Ucraina: Puglia mette a disposizione dei profughi i Covid hotel

74 Visite

 La Regione Puglia farà da raccordo fra le Prefetture, la Protezione civile, i Comuni e tutte le organizzazioni umanitarie coinvolte nella fase di accoglienza degli ucraini in fuga da loro paese e saranno utilizzati i Covid hotel se necessario. E’ quanto emerso oggi dalle audizioni in seduta della III commissione consiliare: l’assessora al Welfare, Rosa Barone, ha sottolineato che la Regione, pur non avendo competenze specifiche, fungera’ da raccordo, in particolare sara’ attivato una sorta di registro delle location a disposizione per accogliere i profughi e delle famiglie eventualmente disponibili a collaborare.

Potrebbero essere utilizzati i Covid hotel ed il sindaco di Ruvo, Pasquale Chieco, delegato al welfare per l’Anci sta lavorando per un raccordo fra i Comuni. Il presidente del Comitato per la Protezione Civile, Maurizio Bruno, ha sottolineato che si sta lavorando di concerto con la Croce rossa e la Caritas per l’organizzazione logistica del trasporto delle persone, confermando che i Covid hotel saranno trasformati in alloggi per i profughi.

Promo