Andria, vessazioni e minacce a genitori e donna scaraventata al muro: arrestato

338 Visite

Da anni vessava i genitori di 60 e 64 anni con insulti, minacce di morte, eccessi d’ira e sbalzi umorali, danneggiamenti di oggetti presenti in casa e di arredi senza alcun motivo, quasi certamente a causa quasi certamente dell’assunzione un 35enne incensurato di Andria, assuntore abituale di sostanze stupefacenti, è stato arrestato da agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Barletta Andria Trani, in sinergia con la Procura della Repubblica di Trani, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trani.

La situazione è precipitata quando, davanti all’ennesimo danneggiamento di oggetti, la madre lo ha rimproverato richiamandolo all’ordine: il figlio, per tutta risposta, si è avventato su di lei afferrandola dalle spalle e scaraventandola contro il muro. Non contento, vedendola ferita ed inerme, ha continuato ad infierire con svariate minacce di morte nei suoi confronti. Sfiancata dalla situazione, la signora lo ha denunciato nella Questura. Il dialogo instaurato sin da subito con la Procura della Repubblica di Trani ha portato ad una tempestiva emissione della misura cautelare carceraria nei confronti dell’indagato. Il 35enne, dopo un iniziale tentativo di rendersi irreperibile all’esecuzione della misura custodiale, è stato prelevato prelevato e sottoposto a regime carcerario in altra provincia.

Promo